Fertilità maschile: quei paesi europei in cui lo sperma è il meno efficiente

Svizzera, Germania, Danimarca e Norvegia sono in fondo alla classifica.

La qualità dello sperma in Europa è preoccupante. Per cinquant'anni la fertilità maschile è in costante calo. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Andrologia era interessato alla performance dello sperma in Svizzera. I ricercatori dell'Università di Ginevra hanno valutato la qualità dello sperma di 2.523 giovani svizzeri dai 18 ai 22 anni reclutati dall'esercito. Il gruppo comprendeva rappresentanti di tutti i cantoni del paese, il che ha permesso di formare un campione nazionale di volontari.

I ricercatori si sono concentrati su tre indicatori chiave della qualità dello sperma: quantità, mobilità e morfologia. In Europa, il numero mediano di spermatozoi varia da 41 a 67 milioni per millilitro (ml), a seconda del paese. Gli autori di questo studio hanno scoperto che la coorte svizzera aveva un conteggio degli spermatozoi medio di 47 milioni per ml, che pone la Svizzera in fondo all'elenco dei paesi europei poveri di spermatozoi poco prima della Germania (46 milioni) Danimarca (41 milioni) e Norvegia (41 milioni). Al contrario, la Spagna ha il tasso più alto con un numero medio di 62 milioni.

"È importante capire che il tempo necessario per concepire aumenta notevolmente se la concentrazione di spermatozoi di un uomo è inferiore a 40 milioni di spermatozoi per ml", afferma Serge Nef, professore presso il Dipartimento di Medicina e sviluppo genetico della Facoltà di Medicina. Ginevra e coautore dello studio.

Criteri inferiori a quelli stabiliti dall'OMS

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), un numero di spermatozoi inferiore a 15 milioni per ml complica le possibilità di procreazione di un uomo. Tuttavia, il 17% dei partecipanti allo studio aveva meno di 15 milioni di spermatozoi per ml.

Tra un quarto degli uomini studiati, meno del 4% degli spermatozoi era mobile e il 43% degli uomini aveva meno del 4% di spermatozoi normalmente formati. Complessivamente, solo il 38% degli uomini svizzeri aveva valori di concentrazione, mobilità e morfologia degli spermatozoi conformi alle linee guida dell'OMS. "Valori bassi possono riflettere la fertilità di un uomo e quando la combinazione è debole, la capacità di concepire è a rischio", afferma l'autore principale Rita Rahban, ricercatrice del Dipartimento di Medicina e Sviluppo Genetica a Ginevra.

Aumento dell'incidenza di cancro ai testicoli

Come spiegare che la qualità dello sperma è diminuita così tanto? Sebbene i ricercatori non siano stati in grado di definire una causa specifica, hanno identificato alcuni fattori che possono svolgere un ruolo, come il fumo materno, il consumo di alcol, l'obesità, lo stress e esposizione ai pesticidi.

Oltre ad avere un impatto sulla capacità di un uomo di avere figli, la scarsa qualità dello sperma è stata anche collegata a una maggiore incidenza di cancro ai testicoli. Nell'analizzare i dati sulla prevalenza del carcinoma testicolare in Svizzera, i ricercatori hanno scoperto che l'incidenza della malattia è aumentata negli ultimi decenni, da 7,6 casi per 100.000 uomini nel 1980 a 10, 4 nel 2014. "Per 35 anni, il numero di casi di cancro ai testicoli è aumentato costantemente (...) La qualità dello sperma è generalmente inferiore nei paesi in cui l'incidenza del cancro ai testicoli è elevata", afferma Professor Nef.