Anziani: più di 3 ore e mezza di televisione al giorno fanno male alla memoria

Per preservare le loro capacità cognitive, gli anziani dovrebbero ridurre il loro tempo trascorso a guardare la televisione. La memoria verbale diminuirà davvero di più in coloro che trascorrono almeno 3 ore e mezza davanti al piccolo schermo.

Se conoscessimo gli effetti disastrosi della televisione sui bambini di età inferiore ai tre anni, ora sappiamo che fa anche male memoria verbale persone anziane. Questo è il risultato di uno studio dell'inglese Longitudinal Study of Aging (ELSA) condotto dal 2008 al 2009 e di nuovo dal 2014 al 2015, su 3.662 anziani.

Il primo passo per loro è stato quello di rispondere alle domande sul loro tempo trascorso guardare la tvprima di andare test di memoria verbale e fluidità semantica. I partecipanti dovevano memorizzare elenchi di parole in un dato momento, mentre i test di fluidità semantica consistevano nel elencare tutti gli esempi di una categoria (tipo di animale) che potevano immaginare. I risultati sono chiari: le persone che guardano la televisione durante più di tre ore e mezza al giorno hanno un declino medio dell'8-10% nella memoria di parole e linguaggio negli anni coperti dallo studio. In confronto, il calo medio tra coloro che guardano meno la televisione è del 4-5% nello stesso periodo.

Guardare la televisione: una "attività passiva"

Secondo i ricercatori, questi risultati possono essere spiegati dal lato "passivo" guardando la televisione. In effetti, se la televisione combina stimoli sensoriali densi, frammentari e in rapida evoluzione, bisogna tenere presente che genera passività da parte dello spettatore. I ricercatori suggeriscono anche che guardare la TV potrebbe avere un impatto memoria verbale attraverso uno "stress cognitivo". Ciò potrebbe derivare dalla natura di allarme passivo della televisione. In particolare, assistere a scene violente o di suspense avrebbe effetti psicologici e degraderebbe la memoria verbale.

La televisione sostituisce gli hobby più sani

Occorre inoltre tenere conto del fatto che le persone anziane trascorrono del tempo a guardare la televisione, meno hanno l'opportunità di partecipare attività cognitive benefichecome lettura, giochi da tavolo e attività culturali. Invece di guardare la televisione, alcuni studi suggeriscono che Internet e i videogiochi hanno un impatto maggiore sugli anziani: potrebbero persino preservare o persino migliorare le capacità cognitive, semplicemente perché la persona anziana non è più passiva. "Tuttavia", notano gli autori dello studio, "questo resta da approfondire negli studi futuri".