Tabacco: rimborso completo dei sostituti della nicotina dal 1 ° gennaio

L'assicurazione sanitaria prevede l'abolizione del limite annuale di rimborso dei sostituti della nicotina dal 1 ° gennaio 2019. Ideale se una delle tue buone risoluzioni è smettere di fumare.

Buone notizie! Eccoci qualche giorno prima della fine del massimale annuale per il rimborso dei sostituti della nicotina da parte dell'assicurazione sanitaria. "La tariffa per smettere di fumare di un massimo di 150 euro all'anno per persona scompare il 1 ° gennaio 2019, si legge sul sito Ameli.fr. Infatti, i trattamenti sostitutivi alla nicotina nell'elenco dei farmaci rimborsabili sono ora coperto per il 65% dall'assicurazione sanitaria, senza limiti annuali, né anticipi necessari per la farmacia ". Le mutue possono prendersi cura della differenza. Patch, gomme, losanghe e altri sostituti trarranno finalmente vantaggio da pagamenti di terze parti.

Il fumo diminuisce in Francia

Più di 300.000 francesi hanno già acquistato ogni mese dallo scorso settembre. Se le vendite sono aumentate, è principalmente perché il governo ha autorizzato il rimborso di questi sostituti da parte della sicurezza sociale qualche mese fa. Con l'obiettivo di incoraggiare i francesi a smettere di fumare. Il numero di prescrizioni emesse dai medici è aumentato del 66% rispetto allo scorso anno. Dati anche dovuti all'introduzione del pacchetto neutro e all'aumento del prezzo del pacchetto di sigarette. Se oggi è di circa 8 euro, dovrebbe costare 9 euro l'anno prossimo e aumentare gradualmente a 10 euro entro il 2020.

Anche una sigaretta al giorno è pericolosa

In Francia, il numero di fumatori diminuisce ogni anno. Ma il fumo rimane la principale causa di morte prevenibile, con circa 73.000 morti ogni anno. Nel fumatore occasionale o "piccolo fumatore", la sigaretta danneggia anche il cuore e le arterie. "Per proteggerci dai misfatti del tabacco, la riduzione del consumo non è sufficiente, dobbiamo fermare tutta l'esposizione", insiste il professor Daniel Thomas, presidente onorario della FFC e vicepresidente dell'Alleanza contro tabacco. Anche il fumo passivo è una minaccia per la salute. Aumenta il rischio di infarto del miocardio del 25%.

A breve termine, il fumo può causare spasmi delle arterie, vale a dire un improvviso restringimento di questi, la formazione di coaguli e l'insorgenza di disturbi del ritmo cardiaco. Questi disturbi possono essere essi stessi responsabili di infarto del miocardio, ictus o morte improvvisa. A lungo termine, è il graduale degrado delle arterie che minaccia il fumatore. Se esposto ad altri fattori di rischio come eccesso di colesterolo, diabete o ipertensione, questo fenomeno può essere aumentato.

Una futura generazione di non fumatori?

Secondo il professor Bertrand Dautzenberg, un pneumologo della Pitié-Salpêtrière e presidente di Parigi senza tabacco, la Francia potrebbe portare a una generazione di non fumatori prima del 2034. Un nuovo sondaggio condotto dalla sua associazione mostra che i minori di 15 anni sono meno 5% da fumare. Erano l'11% nel 2013. Tra il 2016 e il 2017, il numero di fumatori in Francia è diminuito di 2,5 punti, il che equivale a circa un milione di fumatori in meno.