I benefici del pollo di fattoria, la proteina più consumata al mondo

Con la domanda "l'ala o la coscia?", I francesi tendono a rispondere: "bistecca o filetto di pesce"! Hanno torto. Spieghiamo perché.

Conseguentemente alla minaccia dell'influenza aviaria e alle cattive fattorie della stampa in "batteria", sembra che i discendenti del buon Enrico IV non vogliano più mettere ogni domenica la "pentola" di pollo. Si sbagliano perché il nostro pollo esagonale rimane una delle carni di riferimento della dietetica moderna. Il 2006 sarà un anno oscuro per il pollo, che era già stato danneggiato qualche anno fa. La minaccia di un'epidemia globale che suscita intense emozioni mediatiche, le voci più sfrenate circolarono e la psicosi che guadagna terreno, la Francia inizia a dubitare di una delle sue carni preferite. Nonostante i messaggi rassicuranti del Ministero della Salute, le buone campagne di marketing dei pastori, il calo del consumo di uova e pollame è stato prima significativo e poi stabilizzato.

Ma è lento tornare al suo livello precedente, perché il danno è stato fatto e la sicurezza alimentare dei francesi è ora al centro del dibattito. Tuttavia, si deve riaffermare che, nella storia umana, il rischio alimentare è al suo livello più basso e che è piuttosto la ricchezza di ciò che viene messo nel suo piatto a essere in discussione, molti più che qualità.

Proteina di riferimento

Per qualità, al pollo non manca. A condizione che non consumi la pelle - che è tanto gustosa, persino tostata, quanto ricca di grassi - è uno dei cibi preferiti delle diete contro l'aumento di peso. Una proteina eccellente, molto meno grassa di manzo e maiale. Quasi raccomandabile come il pesce perché, come lui, i suoi grassi sono di buona qualità. Petto di pollo con albume sono due proteine ​​di riferimento.

I Galli si insediarono 2000 anni fa sotto il segno del gallo. Continuiamo a metterci sotto il segno del pollo di qualità. Per questo, esistono molte etichette. Perché se il medico può garantire una qualità della dieta quasi costante per quasi tutti i polli, non sono le stesse proprietà organolettiche, una parola ben imparata a parlare del gusto di ciò che mangiamo. E qui, dobbiamo ammettere che il pollo allevato nel grano e all'aperto non ha molti concorrenti!