Dovremmo rimuovere il cambio di orario?

Questa domenica abbiamo dovuto regolare i nostri orologi, i nostri orologi, i nostri programmatori! Abbiamo dormito un'ora in meno. Povero e fastidioso risveglio che ingannano la settimana successiva. Ma questa potrebbe essere l'ultima volta, perché i nemici del cambio di tempo sono sempre più numerosi e lo fanno conoscere.

Sentiamo tutto e il suo contrario riguardo alle conseguenze. Una certezza: viviamo al ritmo del nostro orologio interno; dei nostri orologi, a cui non piacciono molto questi disturbi semestrali e lo fanno conoscere ad alcune persone. Ringherà, con le stesse lamentele: "siamo stanchi ... Questa volta il cambiamento ci sta uccidendo ... i bambini si ammalano ..."

Psichico o reale?

La medicina di tutti i giorni tende a scoprire che questi argomenti sono in testa. In ogni caso, sproporzionato per quello che può sembrare un dettaglio ... Ma c'è una nuova disciplina della medicina, che si chiama "cronobiologia" che rende il nostro orologio interno uno strumento un po 'più sofisticato di quanto pensiamo . E gli studi suggeriscono che questo cambiamento di tempo sarebbe ancora più inquietante del jet lag dei viaggi "est - ovest" che i viaggiatori frequenti conoscono bene e hanno sempre più difficoltà a sopportare quando invecchiano.

Cambiamo tempo due volte all'anno ...

Una volta in una direzione, una volta nell'altra: le conseguenze non sono le stesse in entrambi i casi. Il peggior cambiamento è domenica. Perché ci priva di un'ora di sonno, a differenza dell'altro che ne aggiunge uno. E poi non si svolge durante le vacanze scolastiche, quindi senza la possibilità di stabilirsi tranquillamente.

Solo uno studio, lo svedese, afferma che nei tre giorni successivi a questo periodo ci sarebbe un aumento degli attacchi di cuore contro il 5% in meno durante il passaggio all'inverno ... Non ci sono studi simili nel nostro paese, anche se molti medici segnalano un aumento del consumo di sonniferi e tranquillanti ogni anno entro due settimane.

I sostenitori della formula dicono che capita a tutti di andare a letto un'ora dopo, di dormire un'ora meno del solito, di volta in volta ... E ci riprendiamo molto bene

Eppure è diverso. ! Questi soliti cambiamenti sono molto puntuali. "Di volta in volta". Il giorno dopo riprendiamo le abitudini. Lì, si ripete ogni giorno e ci vuole tempo per assimilare questo cambiamento. Curiosamente, questi sono i "primi strati" o "mattinieri", ambientati come carta da musica che non supporta bene ... Sono abbastanza fortunati da avere un orologio interno ben impostato. In realtà orologi, perché sono diversi a gestire tutte le nostre operazioni, un orologio per i pasti, uno per dormire, uno per lavoro ...! Oltre a uno per le secrezioni dei nostri ormoni che spiega perché alcuni disturbi di questi orologi sono facili da vedere. Ad esempio l'insonnia sempre allo stesso tempo, esaurimenti nervosi stagionali o semplicemente aumento di peso a periodo fisso. Ciò riflette un malfunzionamento dei nostri ritmi interni.

Un consiglio: soprattutto niente droghe:

Per una settimana evita l'esercizio fisico e l'eccitazione dopo 15 ore, cogli l'opportunità di vedere un po 'di conforto nella stanza - ad esempio, accendi la TV - aria, e poi vai a letto, non appena ne hai voglia.

Per i bambini ci sarebbero voluti due giorni per cercare di perdere mezz'ora. Per loro e gli anziani, è un po 'più difficile. Avvertili di prestare attenzione quando fanno sport a scuola perché, per quanto riguarda la guida, gli incidenti saranno più numerosi questa settimana ...

Per l'ultima volta?

Tuttavia, ciò probabilmente non merita un dibattito sulla salute, come alcuni vorrebbero ... I deputati all'euro chiedono alla Commissione europea "una valutazione completa" del cambiamento di orario, i vantaggi contestati. A meno che in termini di benefici non includa il vantaggio economico di questa misura. Un altro dibattito rispetto al nostro.
Per quest'anno, non abbiamo scelta e tra dieci giorni dovrebbe essere risolto per tutti ... Doloroso; in nessun modo pericoloso.

Video: L'ora solare e perché dovremmo abolirla (Ottobre 2019).