Esistono trattamenti per superare l'incontinenza

Una donna su otto, ma anche una su 10 uomini; in totale, tre milioni di persone sono colpite in Francia da una condizione che considerano tabù: l'incontinenza urinaria. Una settimana nazionale inizia a parlarne.

Hai delle perdite di urina quando fai uno sforzo?

Devi urinare in modo incontrollato?

Urini più di 8 volte al giorno?

Ti alzi più di 2 volte a notte per andare in bagno?

Ti senti bruciore o formicolio durante la minzione?

Se solo una di queste domande ti risponde sì, è probabile che tu soffra di incontinenza urinaria; cioè l'incapacità di controllare completamente la vescica. Dovresti logicamente fissare un appuntamento con il tuo medico per parlarne. Certamente non è molto male e francamente non perdi completamente l'urina ma questi piccoli problemi non sono assolutamente normali e guariscono.

Allora perché non così tante persone non dicono nulla? Probabilmente perché non è sempre facile o glorioso parlarne, ma sapere che in Francia l'incontinenza urinaria colpisce 3 milioni di persone e non solo donne o anziani. Contrariamente alla credenza popolare, l'incontinenza colpisce i sessi, di tutte le età, dai bambini più piccoli con il loro problema di enuresi, agli anziani, specialmente l'uomo con le sue storie sulla prostata. È vero che la donna è particolarmente colpita da questa patologia: non le chiamiamo pisser? La gravidanza e il parto rimangono i maggiori fornitori di incontinenza, 1 su 5 donne l'incontinenza ha meno di 30 anni.

L'incontinenza non è inevitabile.

Dobbiamo insistere sulla prevenzione che può essere esercitata di fronte a questa patologia troppo frequente: prima di tutto nel bambino: impara a fare pipì fin dalla prima infanzia senza spingere, evita di trattenerti e chiedi all'insegnante, senza abusare della sua pazienza, andare in bagno quando si sente l'impulso, può proteggere per dopo il blocco della vescica. Quando le ragazze iniziano lo sport, devono essere consapevoli del danno arrecato al perineo da determinate attività di alto livello. Danno a diffidare soprattutto perché ci sono casi di incontinenza in famiglia. Senza affermare ulteriormente la natura ereditaria dell'incontinenza, sembra esserci attualmente una certa tendenza familiare legata ai disturbi del collagene.

Tabacco, obesità, diabete sono oggi riconosciuti anche come veri provocatori dell'incontinenza.

In accusa i servizi igienici delle scuole

Le ragazze che si bagnano i pantaloni all'età della scuola materna o primaria diventano donne che non riescono a trattenere l'urina quando mettono la chiave nella porta di casa? o quando ridono o scappano? Si può chiedere ma per fortuna la relazione non è ancora stata dimostrata. In ogni caso trattenersi non è buono e fin dalla prima infanzia può creare problemi. Ci sono davvero molte bambine che gli urologi pediatrici ricevono alla loro consultazione per la pipì a letto che ricominciano, perdite troppo frequenti per pensare solo a un incidente o infezioni del tratto urinario che non si fermano mai ripetere. Nessuna malformazione o così raramente, nessuna malattia per spiegare queste infezioni che si ripresentano non appena si interrompono gli antibiotici. Di chi è la colpa? A scuola e nei suoi servizi igienici troppo piccoli o troppo grandi, a volte senza porta, sporchi e puzzolenti sempre. Di conseguenza, queste ragazze non vanno in bagno del giorno. Le poche volte che osano fare non è il momento giusto, l'amante non vuole. Le conseguenze non sono insignificanti. Gli urologi lanciano un grido di allarme: frenare gli abissi della vescica e creare a lungo termine infezioni e perdite. Il rimedio non è negli antibiotici ma nel modo di urinare. Piccoli modi semplici per insegnare ai tuoi figli: non aspettare l'ultimo momento; siediti comodamente in piedi e abbassa i vestiti e le mutandine alle caviglie, non spingere, prenditi il ​​tuo tempo e vai all'ultima goccia. Sembra semplice, ma francamente chi lo fa a scuola? molto poco, il posto non è affatto adatto. Ecco perché gli urologi vogliono informare sia i genitori che gli insegnanti per evitare questi balzi molto traumatici della prima infanzia e queste infezioni ripetitive che colpirebbero il 15% dei bambini. Informare in tal modo che vengono compiuti sforzi nei servizi igienici delle scuole che sono troppo spesso in stati che non sarebbero tollerati a casa.

Sempre una soluzione

Qualunque sia la causa, qualunque sia l'età dell'insorgenza, esiste sempre una soluzione all'incontinenza.

Inizieremo dandoti delle regole di vita. Questo sembra sempre banale ma gestire i tuoi drink in base alla tua vita (evitando di bere, ad esempio, una birra prima di una sessione di film) è l'inizio del trattamento; come fermare un po 'di peso il tabacco perduto o curare un diabete o una prostata che cresce.

Esistono molti farmaci che il medico conosce bene.

Per le donne che hanno appena partorito la rieducazione perineale è essenziale.

Se ciò non funziona, passeremo a tecniche più sofisticate come la neuromodulazione sacra. Un piccolo dispositivo viene impiantato sotto la pelle, nella parte superiore del gluteo, che invierà piccoli stimoli elettrici, per aiutare un sistema difettoso.

La conclusione è una droga o una procedura chirurgica che trasforma la vita di coloro che ne beneficiano. È ancora necessario che il medico lo sappia per rivolgersi al buon specialista. Quindi non trattenerti per raccontarglielo !!!