Sentimenti ... una storia di reazioni chimiche?

Prendi una pecora vergine. Mettila in un gregge. È interessata solo a lei. Le inietti una siringa di ossitocina e continua a raccogliere gli agnelli per proteggerli. Questo miracolo è dovuto a un ormone, l'ossitocina, che anche gli specialisti del cervello chiamano l'ormone dell'attaccamento.

L'ossitocina è particolarmente secreta al momento del parto, in particolare dal feto, che, con questo meccanismo, avverte che vuole uscire: è il bambino che innesca la nascita e non una sorta di effetto calendario o durata standard. La secrezione continua durante l'allattamento. Si potrebbe dedurre che la donna è "chimicamente" attaccata al suo bambino, a differenza del padre che non ha la stessa capacità di secernere, spiegando così le differenze tra la motivazione "biologica" di entrambi i genitori.

Una scusa imperfetta.

perché l'uomo ha una propria produzione di ossitocina, sicuramente meno importante della donna, ma sufficiente a comprendere il fenomeno della durata eccezionale di alcune coppie. Non cercare il segreto del matrimonio in quercia (80 anni di matrimonio) altrove che nella produzione regolare di questo ormone, che non è il risultato di alcuna stimolazione sessuale, ma la tenerezza delle carezze. L'ossitocina e la dopamina, il messaggero chimico di sesso, denaro e potere, sono le due stelle del nostro cervello. Ma ormoni sorprendenti, ce ne sono molti altri, come le endorfine, sostanze molto vicine alla morfina che riducono il dolore degli atleti quando l'attività supera i 60 minuti, o quella che fornisce la cannabis cerebrale ... L'uomo è un vero laboratorio clandestino attivato dal circuito dei premi. Gli effetti piacevoli o spiacevoli dell'amore sono sotto il controllo degli ormoni quasi tutti prodotti da una ghiandola, l'ipotalamo, che è soprannominata la "grotta del piacere".

La conoscenza della nostra chimica interna sta progredendo a passi da gigante,

La rivoluzione è dovuta alla risonanza magnetica che consente il monitoraggio in tempo reale delle aree del cervello che sono attivate. Il gioco della seduzione, del desiderio, della gelosia, del bacio, dell'amore a prima vista, persino dell'orgasmo, hanno la loro precisa spiegazione biochimica, derivante dalla secrezione dei nostri 100 miliardi di neuroni. I neurotrasmettitori che portano i messaggi ai ricevitori, vere chiavi del piacere, distribuiti su tutta la superficie del nostro cervello. Ora, a rischio di interpretare l'apprendista stregone, aiuta un po 'la natura, correggendo i dosaggi insoddisfacenti delle tre fasi descritte dalla chimica: l'incontro riuscito, la passione e l'attaccamento duraturo. Vent'anni di ricerche piene di numeri, dosaggi e verifiche su animali che prendono a calci nel formicaio di ipotesi psichiatriche, a volte fumose e spesso non verificate.

Video: La Chimica dei Sentimenti (Ottobre 2019).