Aneurisma cerebrale: un sensore wireless impiantato nei vasi per monitorare la guarigione

Il monitoraggio dei cambiamenti negli aneurismi cerebrali è essenziale. Gli scienziati stanno lavorando allo sviluppo di un sensore wireless che, impiantato nei vasi del cervello, monitorerebbe il flusso sanguigno.

Per seguire l'evoluzione degli aneurismi cerebrali, è ora necessario eseguire angiogrammi regolari che, a causa dell'uso di mezzi di contrasto, possano avere effetti collaterali dannosi. Da qui l'idea di posizionare un sensore in un vaso sanguigno che consenta valutazioni più frequenti senza dover utilizzare coloranti per imaging.

È questo dispositivo che i ricercatori dell'Istituto di tecnologia della Georgia stanno finalizzando lo sviluppo che arriva a presentare la rivista Advanced Science.

Determina il grado di guarigione dell'aneurisma

"Con questo sistema, potremmo misurare il flusso sanguigno nel sacco aneurismatico per determinare il grado di guarigione dell'aneurisma e avvisare i medici dei cambiamenti nel flusso sanguigno", ha affermato Woom-Hang Yeo, assistente professore. presso la Georgia Tech School of Mechanical Engineering.

Se inserito con un catetere, il sensore userebbe l'accoppiamento del segnale induttivo per consentire il rilevamento wireless dell'emodinamica di un aneurisma cerebrale.

Il sensore che include una bobina per rilevare l'energia elettromagnetica trasmessa da un'altra bobina situata all'esterno del corpo verrebbe avvolto attorno a uno stent o un deflettore di flusso il cui diametro dovrebbe essere inferiore a 2 o 3 millimetri per in grado di adattarsi ai vasi sanguigni.

"Reagire ai più piccoli cambiamenti nel flusso sanguigno"

Con un tale dispositivo impiantato nella carne per simulare il tessuto cerebrale, Yeo e i suoi collaboratori sono riusciti a misurare il flusso sanguigno. "Abbiamo reso il sensore molto sottile e deformabile in modo che possa rispondere ai più piccoli cambiamenti nel flusso sanguigno", afferma il ricercatore.

La fase successiva del sensore dell'aneurisma sarà quella di verificare la sua capacità di misurare la pressione sanguigna nei vasi e il flusso. "Ciò consentirebbe al nostro dispositivo di essere utilizzato per altre applicazioni, come le misurazioni della pressione intracranica", afferma Woom-Hang Yeo, il quale afferma che esistono "molte possibilità di integrare questo meccanismo di rilevamento nelle membrane. ultra-sottile impiantabile nel corpo.

Video: Aneurisma cerebrale (Ottobre 2019).