PMA: un periodo di transizione "necessario" prima della revoca dell'anonimato dei donatori di gameti

Mentre il disegno di legge sulla bioetica, che sarà discusso a settembre in seno all'Assemblea nazionale, prevede la revoca dell'anonimato per i donatori di gameti, Agnès Buzyn ha annunciato lunedì che sarebbe necessario un periodo di transizione per evitare un carenza.

"Non distruggeremo completamente lo stock di gameti". Se viene approvata la nuova legge sulla bioetica, i bambini concepiti dalla procreazione medicalmente assistita (PMA) potrebbero conoscere l'identità del donatore di gameti quando raggiungono la maggiore età. Tuttavia, la revoca dell'anonimato non avverrà immediatamente: è necessario un periodo di transizione per evitare una carenza di donazioni, ha dichiarato il Ministro della Salute, Agnès Buzyn, lunedì 26 agosto sull'Inter Francia. Questo annuncio arriva quando la commissione speciale ha appena iniziato le sue audizioni per l'esame del disegno di legge bioetico nell'Assemblea nazionale di settembre.

Il disegno di legge, che include l'apertura della PMA a tutte le donne, prevede che i bambini nati da un regalo dopo l'entrata in vigore della legge possano accedere alla loro maggioranza, se lo desiderano, a identità, età o caratteristiche fisiche del donatore.

"In ogni caso, le persone che lo faranno saranno accompagnate", ha promesso il Ministro della Salute a giugno, poco prima di presentare il suo disegno di legge al Consiglio dei Ministri.

Una "data pivot quando decidiamo di cambiare il sistema"

Quindi, se vuole dare il suo sperma, un uomo deve ora accettare che un giorno la sua identità possa essere rivelata al bambino nato da questo dono. Se l'uomo rifiuta, non sarà in grado di dare i suoi gameti. Ma il dono stesso rimarrà anonimo. Pertanto, le coppie o le donne single non saranno in grado di scegliere il donatore. Nella stessa logica, quest'ultimo non sarà in grado di scegliere a chi dare.

Ma per il momento "lo stock di gamete continuerà a essere utilizzato fino a quando non creeremo un altro stock di gamete che soddisferà i nuovi requisiti, ovvero il donatore ha dato il consenso per essere ricontattato dai giovani all'età di 18 anni ", ha dettagliato Agnès Buzyn. E specificare: "Per decreto ci sarà una data fondamentale alla quale decideremo di cambiare sistema". Prima di ciò, non ci sarà alcun anonimato.

150.000 tentativi LDC all'anno

Secondo Agnès Buzyn, ogni anno si verificano circa 150.000 tentativi di LDC. Questi danno luogo a 25.000 nascite ogni anno, di cui circa un migliaio da un donatore di terze parti. La maggior parte delle coppie eterosessuali, tuttavia, preferisce creare LDC con i propri gameti. L'apertura della PMA a tutte le donne dovrebbe aumentare di 2.000 segnalazioni ogni anno, secondo le stime del Ministro della Salute.

Oltre a questo argomento, il disegno di legge bioetico prevede anche l'autorizzazione, in modo controllato, di una donna che congela i suoi ovociti o lo sperma di un uomo, tranne che per motivi medici. Inoltre, il testo mira anche a semplificare le domande di autorizzazione nella ricerca sulle cellule staminali embrionali.