Sigaretta elettronica: una prima morte annunciata negli Stati Uniti

La morte di un paziente nello stato dell'Illinois negli Stati Uniti potrebbe essere la prima correlata all'uso della sigaretta elettronica, secondo le autorità.

Secondo un rapporto dell'Associated Press del New York Times, i funzionari sanitari statunitensi hanno annunciato venerdì che un paziente nello stato dell'Illinois è morto a causa di una grave malattia polmonare contratta dopo "svapare" ". Questa morte è considerata la prima correlata all'uso della sigaretta elettronica, un'abitudine che è diventata comune tra adolescenti e giovani adulti.

Secondo il Dipartimento della sanità pubblica dell'Illinois, il paziente sarebbe stato ricoverato in ospedale perché si sarebbe ammalato dopo aver inalato il fumo di sigaretta elettronica. Non sono state divulgate altre informazioni sulla vittima.

193 pazienti con gravi malattie polmonari in 22 stati

In una dichiarazione, i Centers for Disease Prevention sottolinea che 193 persone in 22 stati degli Stati Uniti hanno contratto gravi malattie polmonari dopo essere state svapate. Tuttavia, si afferma che non è stata ancora identificata una causa chiara e che questi casi rimangono "casi potenziali" che sono ancora oggetto di indagine.

Questi pazienti sono adolescenti o giovani adulti che hanno usato sigarette elettroniche o altri dispositivi di svapo. I medici parlano di malattie simili alle ustioni da inalazione con i polmoni che reagiscono alle sostanze corrosive.

"La gravità delle malattie è allarmante"

"La gravità delle malattie che affliggono i pazienti è allarmante e dobbiamo spargere la voce che l'uso delle sigarette elettroniche può essere pericoloso", afferma il dott. Ngozi Ezike del Dipartimento di sanità pubblica dell'Illinois.

Le sigarette elettroniche sono ancora considerate un'alternativa al fumo, meno pericolose delle sigarette convenzionali. Ma le autorità sanitarie sono preoccupate per il suo uso da parte dei giovani. Alcuni contengono sostanze nocive come sostanze chimiche aromatizzanti o oli di THC (il principio attivo della marijuana). Un numero significativo di casi di malati ha svapato i prodotti THC.

Testare l'impatto prima di autorizzare la vendita

Per Matthew Myers, Campagna per bambini senza tabacco, queste malattie evidenziano perché la Food and Drug Administration dovrebbe prima testare l'impatto delle sigarette elettroniche sulla salute prima di consentirne la vendita al pubblico.

Nel 2017, i vapers francesi dai 18 ai 75 anni hanno quasi tutta esperienza con il tabacco, come attuali fumatori o ex-fumatori. Secondo Santé Publique France, il 32,8% degli abitanti del nostro Paese dichiara di aver sperimentato la sigaretta elettronica, il 3,8% di tanto in tanto occasionalmente e il 2,7% lo fa ogni giorno.

Video: Giulianova - Ancora alto l'allarme droga, perde la vita un 38enne (Ottobre 2019).