Smettere di fumare riduce notevolmente il rischio cardiovascolare

Cinque anni dopo aver smesso di fumare, un ex utilizzatore di tabacco vede un suo rischio cardiovascolare diminuire del 39% in media, secondo un nuovo studio. E questo, qualunque sia la sua età.

È risaputo che fumare fa molto male alla salute. A livello cardiovascolare, ciò può comportare un aumento della pressione sanguigna, un'accelerazione della frequenza cardiaca e un deterioramento delle arterie. Aumenta anche il rischio di infarto, aterosclerosi e ictus. In Francia, il 25% dei decessi correlati al fumo sono cardiovascolari (oltre il 30% nelle donne). Tuttavia, se sei seriamente intenzionato a smettere, non tutto è perduto.

In effetti, secondo uno studio americano pubblicato il 20 agosto nel Journal of American Medical Association (Jama)nelle persone che smettono permanentemente di fumare, i benefici cardiovascolari si avvertono già dopo cinque anni dallo svezzamento. Da lì, il rischio scende in media del 39% e diventa quasi equivalente a quello delle persone che hanno smesso di fumare per 10 o 15 anni, indipendentemente dall'età.

Per ottenere questi risultati positivi, i ricercatori della Vanderbilt University di Nashville e della Boston School of Public Health hanno analizzato i dati del Framingham Heart Study di 8.770 persone dal 1954 al 2015. Questo studio "fornisce dati particolarmente affidabili sulla storia del fumo nel corso della vita", osservano i ricercatori. "Il nostro team ha colto questa opportunità unica per documentare ciò che accade al rischio di malattie cardiovascolari dopo aver smesso di fumare rispetto alle persone che hanno continuato a fumare e quelle che non hanno mai fumato", afferma Meredith Duncan, autore principale. dello studio.

Un rischio sempre più elevato rispetto a quelli che non hanno mai fumato

I ricercatori sono stati in grado di studiare gli effetti della cessazione del fumo sul rischio di infarto del miocardio, ictus, morte per malattie cardiovascolari e insufficienza cardiaca in coloro che fumavano più di 20 pacchetti all'anno ( 2.371 persone in totale).

Ma se smettere di fumare in modo permanente è molto benefico per il corpo, non c'è magia: il rischio cardiovascolare rimane leggermente più alto tra gli ex utenti di sigarette rispetto ad altri.

"Il sistema cardiovascolare inizia a guarire relativamente rapidamente dopo aver smesso, anche nelle persone che hanno fumato pesantemente per decenni", ha dichiarato Hilary Tindle, direttore medico del servizio di trattamento del tabacco VUMC e direttore fondatore del Vanderbilt Center for Tobacco Addiction and Lifestyle (VBCC). vitale). "La guarigione completa potrebbe richiedere anni, quindi è un buon momento per smettere di fumare e fare altri passi per la salute del cuore", afferma.

75.320 decessi attribuibili al tabacco in Francia nel 2015

Oltre alle malattie cardiovascolari, gli effetti dannosi del tabacco sulla salute sono molto ampi. Il fumo è la causa di 16 tumori (in particolare quello del polmone) è un terzo di tutti i casi di cancro. Causa 21 malattie croniche, tra cui asma, diabete e disfunzione erettile, solo per nominare il più noto. I fumatori hanno anche maggiori probabilità di sviluppare o aggravare problemi psicologici come ansia, depressione o nervosismo. Infine, il tabacco fa invecchiare prematuramente la pelle e, oltre a ridurre la qualità della vita (disturbi del sonno, difficile sforzo fisico), riduce l'aspettativa di vita di dieci anni.

Nella Francia metropolitana, nel 2015, "sono stati stimati 75 320 decessi attribuibili al fumo sui 580 000 decessi registrati", ha annunciato Public Health France alla fine di maggio. Di questi decessi, il 61,7% era rappresentato da cancro, il 22,1% cardiovascolare e il 16,2% respiratorio (16,2%).

"Come nella maggior parte dei paesi industrializzati, il fumo rimane la principale causa di morte prevenibile in Francia", ha osservato l'organizzazione. Ma non tutto è così oscuro poiché secondo il Ministero della Salute, dal 2016, il numero di consumatori giornalieri di tabacco è diminuito di 1,6 milioni in Francia, di cui 600.000 nella prima metà del 2018.

Video: Cosa succede veramente al corpo quando si smette di fumare. PAZZESCO! (Ottobre 2019).