Cancro cervicale: il test HPV raccomandato alle donne di età superiore ai 30 anni

Per queste donne, il test è più efficace e più affidabile dell'esame citologico.

Ogni anno 3.000 donne sono affette da cancro cervicale. Per diversi anni, lo screening è stato organizzato in Francia per rilevare la malattia il più presto possibile. Le donne di età compresa tra 25 e 65 anni devono eseguire un Pap test a intervalli regolari. Da giovedì 11 luglio, le linee guida dell'Alta Autorità della Salute (HAS) sono state modificate: l'organizzazione ora consiglia di concentrarsi sul test antimacchia HPV nelle donne di età superiore ai 30 anni.

# Comunicato stampa | HAS offre ai governi una strategia nazionale di screening del cancro cervicale, incluso il test #HPV
Questo test è raccomandato per le donne di età superiore ai 30 anni che sono più efficaci dell'esame citologico
???? // t.co/Ll1R24FRKp pic.twitter.com/0YHRU2L6M4

- High Health Authority (@HAS_sante) 11 luglio 2019

Screening: uno strumento di prevenzione efficace

L'80% degli uomini e delle donne è infetto una volta nella vita con papillomavirus umano (HPV). Nella maggior parte dei casi, l'infezione scompare senza complicazioni. Per altri, può causare il cancro. Secondo il National Cancer Institute, il 90% dei casi di cancro cervicale potrebbe essere prevenuto attraverso lo screening.

Il test HPV è più efficace per le donne di età superiore ai 30 anni

Dal 2010, la HAS raccomanda che tutte le donne dai 25 ai 65 anni vengano sottoposte a screening regolarmente. L'esame assume la forma di uno striscio, che viene utilizzato per raccogliere le cellule dalla cervice per poi analizzare la loro morfologia e rilevare le lesioni precancerose. Giovedì 11 luglio, le raccomandazioni per lo screening sono cambiate: per le donne di età superiore ai 30 anni, il test HPV è preferito nella prima intenzione. Quest'ultimo viene anche eseguito attraverso il campionamento uterino cervicale ma può misurare la presenza di HPV, in particolare le forme associate ad un alto rischio di cancro. A differenza dell'esame citologico, ogni tre anni, il test HPV può essere eseguito ogni 5 anni.

"In circa il 20-30% dei casi, lo striscio non rileverà lesioni precancerose", afferma il Dr. Joseph Monsonego, un ginecologo e membro di HPV Now Collective. Il test HPV non ignora una lesione precancerosa in oltre il 99% dei casi. caso ". Nelle giovani donne, questi risultati non sono validi perché il picco di infezione da papillomavirus è di circa 25 anni: ora, tutte le forme del virus non causano lesioni cancerose e alcune infezioni scompaiono naturalmente. Per le donne di età inferiore ai 30 anni, l'HAS suggerisce di mantenere l'esame citologico.

Verso l'auto-screening?

Le proposte dell'organizzazione vanno oltre per le donne trentenni: alcune potrebbero usare l'autotest se sono lontane dalle strutture mediche o se non vengono sottoposte a screening periodico. I kit consentono di eseguire autonomamente il campionamento vaginale. Queste raccomandazioni devono ora essere riviste dal Ministero della Salute, che deciderà se modificare o meno l'organizzazione dello screening.