Pazienti quadriplegici che si muovono, omeopatia e autismo

13 pazienti quadriplegici ora riescono a usare le braccia, l'omeopatia è ancora nella sede calda e una mutazione genetica potrebbe essere alla base dell'autismo. Ecco l'essenza della notizia.

13 pazienti quadriplegici ora riescono a usare le braccia

Un'operazione chirurgica che porta speranza alle persone con quadriplegia. Per la prima volta, un team di chirurghi a Melbourne, in Australia, ha ripristinato con successo la potenza muscolare delle persone paralizzate negli arti superiori e inferiori collegando i nervi funzionali ai nervi feriti. Due anni dopo l'intervento chirurgico e dopo un'intensa fisioterapia, i 13 giovani adulti che hanno partecipato alla sperimentazione sono ora in grado di allungare la mano e aprire le mani per afferrare e manipolare oggetti. Sono in grado di svolgere determinati compiti quotidiani come nutrirsi, lavarsi i denti e i capelli, truccarsi o scrivere. Vi diciamo di più qui.

Omeopatia: dove siamo?

Alla fine di giugno, la Commissione per la trasparenza dell'Alta autorità per la salute (HAS) ha dichiarato ufficialmente a favore della deroga all'omeopatia. Sebbene la decisione finale spetti al Ministero della Sanità, Agnès Buzyn, che ha dichiarato che avrebbe seguito il consiglio della HAS, non ha ancora espresso la propria opinione in merito, considerando l'ondata di caldo come una "priorità". Nel mese di ottobre, sarà il turno dell'Ordine dei Medici (Cnom) a decidere il riconoscimento della professione. In "sessione completa", l'Ordine si riunirà per "deliberare e prendere una decisione" sull'opportunità o meno di consentire ai praticanti di mantenere la menzione di "specialità" nel loro piatto, ha annunciato il suo presidente Dr. Patrick Bouet ... Per saperne di più, clicca qui.

Cervello: una mutazione genetica potrebbe essere alla base dell'autismo

La singola mutazione di un gene potrebbe contribuire allo sviluppo del disturbo dello spettro autistico (ASD)? Mentre ancora oggi, gli scienziati stanno lottando per identificare tutti i fattori che determinano lo sviluppo di questo disturbo neurologico che colpisce 1 su 160 bambini in tutto il mondo, nuovo lavoro svolto dalla Facoltà di Medicina dell'Università della Carolina. Il Nord (UNC) suggerisce che un'unica mutazione genetica potrebbe svolgere un ruolo chiave nello sviluppo dell'autismo. Ancora considerato, erroneamente, come una malattia psichiatrica, l'autismo è in realtà un disturbo precoce dello sviluppo del cervello, compresa la formazione di connessioni neuronali. Maggiori informazioni nel nostro articolo.

Video: Unità Spinale - La riabilitazione fisica e psicologica nella paraplegia e tetraplegia (Gennaio 2020).