Pollini: perché sono allergico?

Come ogni anno, la qualità della vita di milioni di francesi è influenzata dall'impollinazione. Ma perché alcune persone sono sensibili e altre no?

Da oltre 20 anni, le allergie respiratorie sono in forte espansione nei paesi industrializzati. Se i pollini contribuiscono allo sviluppo della vegetazione e quindi alla rigenerazione del nostro ossigeno, hanno un impatto notevole sulla qualità della vita di molte persone.

Secondo Inserm, la prevalenza dell'asma in Francia oggi è dal 7 al 10%, quella della rinitee congiuntivite allergica dal 15 al 20% circa. Sebbene la rinite allergica sia benigna, è un vero problema di salute pubblica. In forme gravi, può persino diventare una disabilità, causare disturbi del sonno, irritabilità o portare a assenze scolastiche o interruzione del lavoro.

Mentre 26 dipartimenti sono attualmente sottoposti a polline di allerta rosso e milioni di francesi soffrono di attacchi di starnuti, un naso che cola continuamente (rinite), hanno un naso chiuso, difficoltà respiratorie al naso, occhi rossi , irritato e / o acquoso (congiuntivite), prurito al palato, naso e orecchie o tosse irritante, sorge una domanda: perché sono allergici?

Allergia, un'interruzione del sistema immunitario

Per iniziare, "il nostro sistema immunitario è specializzato nel riconoscimento di corpi estranei come parassiti, batteri o virus", afferma Inserm. Quando uno di loro entra nel corpo, produce molecole responsabili di rintracciare l'intruso e distruggerlo. "L'allergia è precisamente un'interruzione del sistema immunitario che corrisponde a una perdita di tolleranza nei confronti delle sostanze a priori innocui ", i cosiddetti allergeni, quindi le persone allergiche sono allergiche a causa di un fallimento del loro sistema immunitario.

Più specificamente, "le malattie allergiche possono essere dovute a anticorpi e / o cellule T, cellule specializzate del sistema immunitario". Questo è ad esempio il caso dell'eczema e dell'asma cronico. I linfociti T "si infiltrano nella pelle e nei bronchi dove sono attivati ​​dagli allergeni stessi in grado di penetrare".

Il ruolo delle IgE nelle persone con allergie

Ma la maggior parte delle allergie sono causate da anticorpi presenti nel nostro corpo, immunoglobuline di tipo E (IgE). La loro normale funzione è quella di combattere i parassiti. Nelle persone con allergie, i livelli di IgE sono più elevati. Durante il loro primo contatto con un allergene, vengono prodotte IgE specifiche per allergeni (polline, proteine ​​alimentari, acari ...). Inoltre, il fatto che queste IgE circolino liberamente nel siero del sangue e si trova anche associato a cellule del sistema immunitario particolarmente numerose nella pelle, nei polmoni e nel tratto digestivo spiega la posizione dei sintomi allergici.