I prodotti di bellezza inviano un bambino alle emergenze ogni due ore

Ogni due ore, un bambino arriva al pronto soccorso per aver deglutito o è stato in contatto con un prodotto di bellezza.

Shampoo, smalto, profumo ... I prodotti di bellezza inviano un bambino alle emergenze ogni due ore, secondo un nuovo studio. A causa del facile accesso, 64.686 giovani americani di età inferiore ai cinque anni sono stati trattati con urgenza tra il 2002 e il 2016. Quasi il 60% delle lesioni ha riguardato bambini di età inferiore ai 2 anni.

Avvelenamento e ustioni

La maggior parte delle lesioni si è verificata quando un bambino ha ingerito il prodotto (75,7%) o quando la sostanza ha toccato la pelle o gli occhi (19,3%). Queste esposizioni hanno provocato avvelenamento (86,2%) o ustioni (13,8%).
"Per capire come si verificano queste lesioni, devi immaginare cosa vedono i bambini quando guardano i prodotti", afferma Rebecca McAdams, coautrice dello studio e ricercatrice del Center for Injury Research and Policy. "I bambini di questa età non sanno leggere: vedono solo una bottiglia con un'etichetta colorata che sembra che gli sia permesso di mangiare o bere, quindi provano ad aprirlo e a ingoiarlo. la bottiglia risulta essere solvente invece del succo di frutta, o lozione invece di yogurt, possono verificarsi gravi lesioni ", afferma.

Conservare i cosmetici immediatamente dopo l'uso

I principali prodotti che causano lesioni sono quelli per unghie (smalto, smalto, 28,3%), capelli (27%) e pelle (25%), seguiti da profumi (12%). , 7%). Il solvente ha inviato il maggior numero di bambini piccoli alle emergenze (17,3% di tutti gli infortuni). Tra le lesioni più gravi che hanno comportato il ricovero in ospedale, più della metà proveniva dalla cura dei capelli (52,4%). Le piastre per capelli e le soluzioni permanenti hanno causato più ricoveri ospedalieri rispetto a tutti gli altri prodotti.
Per evitare il peggio, "è importante che i genitori conservino i cosmetici immediatamente dopo l'uso e li proteggano", sia in altezza che con una serratura, conclude Rebecca McAdams. In caso di intossicazione, ricorda che non è necessario attendere che i sintomi sembrino chiamare il centro antiveleni più vicino, che ti darà la procedura da seguire. In caso di un problema vitale (svenimento, soffocamento ...), è essenziale contattare l'UAS (15) o i vigili del fuoco (18), anche se in dubbio.

Video: 2013-08-10 P1of2 Experience Downfall to Appreciate Upliftment (Ottobre 2019).