Cancro cervicale: più di 18 mesi di vita perché i medici le hanno rifiutato una macchia

Stadio 25 cancro cervicale, un britannico di 25 anni viene condannato a causa di diversi medici che si sono rifiutati di darle un Pap test.

A 25 anni, Katie Bourne ha solo 18 mesi da vivere. Fase 3 del cancro cervicale, la giovane donna è condannata a causa di diversi medici che si sono rifiutati di imbrattarla, considerando che a quel tempo era ancora troppo giovane. In effetti, nel Regno Unito, le donne sono invitate a essere selezionate tra i 25 ei 64 anni.

"Il dolore non è mai andato"

Tutto inizia lo scorso luglio, quando Katie Bourne si lamenta di un forte mal di stomaco. Il suo medico salta lo striscio e diagnostica la malattia di Crohn. Ma "il dolore non è mai andato via con la medicina che il dottore mi ha dato", racconta a Teeside Live. Quindi il suo medico la indirizza a due ginecologi, che si rifiutano di fare una macchia. All'inizio del 2019, crolla sul posto di lavoro ed è ricoverata in ospedale per 4 giorni. Ancora una volta, nessuna sbavatura. Il personale ospedaliero consente lo scarico quando il dolore si attenua.

Ma i sintomi persistono. "Quando li ho toccati su Google, stavano parlando di cancro cervicale." È durante la terza richiesta del suo medico di famiglia che un ginecologo accetta di fare una sbavatura. Anche la giovane donna viene sottoposta a scansione e la diagnosi cade: Katie soffre di cancro alla cervice, già nella fase 3. "Non ricordo più quando il mio cancro mi fu annunciato".

I trattamenti dipendono dall'entità del cancro

Come spiegato dal National Cancer Institute (INCA), il carcinoma cervicale in stadio 3 significa che "il tumore ha invaso la vagina nella sua interezza e / o si è diffuso alla parete pelvica e / o blocca un uretere (il canale che trasporta l'urina dal rene alla vescica) che provoca il rigonfiamento del rene o addirittura il suo funzionamento ". I trattamenti dipendono dall'entità del cancro. Nel caso di Katie, sono state programmate sessioni di chemioterapia.

Ma la giovane donna rimane positiva e ha fissato alcuni obiettivi come la fine di tutti gli episodi di The Real Housewives, goditi il ​​tuo bambinoe sposarsi prima di volare alle Maldive.

3.000 nuovi casi all'anno in Francia

Con circa 3.000 nuovi casi e 1.100 morti all'anno, il cancro cervicale è il 12e tumore femminile più comune. Nel 2015 sono stati diagnosticati 2 797 nuovi casi e sono stati registrati 1 092 decessi. Si sviluppa in media da 10 a 15 anni dopo un'infezione persistente con un papillomavirus (HPV). Per il momento, lo screening si basa principalmente su uno striscio cervico-uterino, vale a dire un campione di cellule sulla superficie della cervice, quindi analizzato al microscopio.

Ma lo scorso aprile, il collettivo HPV Now, anche se riconosce che il piano nazionale di screening organizzato è "una buona iniziativa", deplora che "un metodo di screening più affidabile e più efficace, riconosciuto dalla comunità scientifica: il test HPV ", non è privilegiato.