Sempre più problemi di erezione in francese

Più di uno su tre uomini (38%) ammette di aver avuto un disturbo dell'erezione negli ultimi 12 mesi. I giovani francesi sono particolarmente colpiti da questo problema.

Sei uomini su dieci (61%) hanno avuto un problema di erezione almeno una volta nella vita, secondo un nuovo sondaggio nazionale diSFOP, in collaborazione con la nuova piattaforma di assistenza Charles.co. Una proporzione crescente è proseguita negli ultimi quindici anni, secondo il livello di prevalenza molto più basso misurato dai francesi nel 2005 (44%).
Più di uno su tre uomini (38%) ammette anche di aver sperimentato almeno una forma di desiderio o disfunzione erettile negli ultimi 12 mesi. Il problema più comunemente riportato è la mancanza di fermezza del pene durante un rapporto (20%).

L'impatto della dipendenza dallo schermo

Tra le pesanti variabili che giocano su questo tipo di disturbo, troviamo l'età, lo stress o, più sorprendentemente, il luogo di residenza: gli uomini che vivono nell'area urbana di Parigi hanno molte più probabilità (46%) rispetto alle zone rurali (36% ).
L'impatto della dipendenza da schermo gioca anche un ruolo importante nella libido maschile. Tra i minori di 35 anni, la percentuale di vittime di desiderio o disfunzione erettile è ben al di sopra della media (33%) per gli uomini che guardano video pornografici ogni giorno (55%), i loro social network ( 39%), app di informazione (41%) o film e serie come servizi come Netflix (38%).
Questi disturbi erettili negli uomini generano complessi correlati all'erezione (62%), alle dimensioni (42%) o alla forma (27%) del loro fallo. In effetti, il 56% degli uomini - e fino al 64% dei minori di 30 anni - ritiene che "i rapporti sessuali debbano comportare una penetrazione pienamente soddisfacente".

Tabù

Come per molti problemi medici, la propensione degli uomini a verbalizzare i problemi di erezione rimane bassa. Uno su tre uomini (33%) ammette di aver già dato al coniuge una falsa scusa per nascondere un problema sessuale, la fatica fisica è l'argomento più avanzato (78%).
Solo un quarto degli uomini (26%) con disfunzione erettile ha già consultato un professionista della salute su questo, un tasso molto simile a quello che si può osservare 25 anni fa in Francia (Sofres - 1994). ). E sono pochi ad aver consultato uno specialista: il 19% ha visto un generalista, il 9% un urologo, il 5% un sessuologo e il 2% uno psichiatra. Uno su quattro uomini (24%) che ha avuto una disfunzione erettile senza assumere farmaci è a disagio nel discutere questi problemi con il proprio medico.

Uso di droghe pesanti e alcol

Per far fronte a questa difficoltà, la maggior parte degli uomini ricorre al porno o alle fantasie piuttosto che alle droghe: solo il 21% dei francesi di età pari o superiore a 18 anni ha assunto droghe che migliorano l'erezione.
Tuttavia, i giovani sotto i 30 anni si distinguono dai loro anziani per un uso più forte di prodotti psico-attivi come il Viagra (25%), ma anche prodotti molto più pericolosi come un'elevata quantità di alcol (29%). %), droghe pesanti come la cocaina (27%) o afrodisiaci naturali (20%).