L'ingestione di cellule pulsante si danneggia gravemente la parete dello stomaco

Presente in molti giocattoli, le pile a bottone rappresentano un grave pericolo se ingerite. Non solo possono ostruire le vie respiratorie, ma possono anche danneggiare il rivestimento dello stomaco. E questo, anche prima della comparsa dei primi sintomi.

Sono così piccoli che si pensa che siano innocui. Eppure, queste piccole batterie, note come "pile a bottone", presenti in molti giocattoli e libri per bambini, possono essere molto pericolose se ingerite. Secondo la National Health Security Agency, il consumo di pile a bottone è la causa di 1.200 visite al pronto soccorso ogni anno, che riguardano principalmente i bambini da 0 a 5 anni.

Coinvolto: rischio di falsa via e ostruzione delle vie respiratorie ma anche intossicazione. In effetti, queste piccole batterie contengono sostanze molto tossiche che possono essere rilasciate nell'esofago e causare in poche ore lesioni potenzialmente fatali nella parete dello stomaco, anche in assenza di sintomi.

Questa è la conclusione raggiunta dai ricercatori americani. Alla settimana della malattia digestiva a San Diego, in California, i ricercatori degli ospedali pediatrici in Colorado, Florida, Texas e Ohio hanno avvertito i medici contro le devastazioni che queste cellule pulsante possono causare nello stomaco anche prima della comparsa dei primi sintomi clinici.

"Le pile nello stomaco causano danni, inclusa la perforazione della parete gastrica, quindi i medici dovrebbero considerare di rimuovere le batterie il più presto possibile e di non lasciarle passare attraverso il tratto digestivo", ha detto Racha Khalaf, autore principale e ricercatore presso il Digestive Health Institute del Children's Hospital Colorado.

"Stiamo assistendo a sempre più ferite causate da cellule pulsanti", ha continuato il dott. Khalaf. "Le batterie si presentano sotto forma di giocattoli, telecomandi, portachiavi, cartoline d'auguri e orologi, e sono ovunque".

Lesioni del rivestimento dello stomaco

Per misurare la pericolosità delle pile a bottone sulla parete dello stomaco, i ricercatori hanno raccolto dati sull'ingestione di 68 pile a bottone tra gennaio 2014 e maggio 2018. Precedenti ricerche erano già state condotte su pile a bottone ospitate nel esofago, ma finora si sapeva poco sull'effetto di queste pile nello stomaco.

Di conseguenza, nel 60% dei casi esaminati sono state rilevate lesioni erosive del rivestimento dello stomaco, senza alcun legame evidente tra danno e sintomi o tempo trascorso dall'ingestione.

Per i ricercatori, questi risultati suggeriscono che medici o genitori non dovrebbero aspettare che compaiano i primi sintomi. Il dottor Khalaf ha aggiunto che la rimozione anticipata della batteria evita ripetute visite al pronto soccorso o all'ufficio del pediatra e riduce i raggi X o altri test di imaging ripetitivi.

Precedenti lavori hanno dimostrato che esiste anche il rischio di perforazione dell'esofago in caso di ingestione della cellula pulsante. Infatti, le batterie sono responsabili di un'elettrolisi locale che distrugge la membrana interna dell'esofago, la mucosa, che può portare alla perforazione e molte gravi complicazioni (infezione, fistola ...).

Cosa fare se si ingerisce una batteria a bottone?

Se ingerito da un bambino o adulto, si consiglia di non provare a indurre il vomito e di dargli qualsiasi cosa da mangiare o da bere. L'ingestione di una cella pulsante è una necessità assoluta: i custodi devono chiamare un centro antiveleni o chiamare il 15 il più presto possibile.

La batteria deve essere posizionata il più rapidamente possibile dai raggi X del torace e dell'addome. Un mucchio bloccato nell'esofago deve essere estratto senza indugio.

In tutti i casi, anche se la batteria è stata rimossa o eliminata spontaneamente, è necessario consultare un medico se si verificano i seguenti sintomi nei giorni o nelle settimane seguenti l'ingestione di una batteria: rifiuto di mangiare, vomito dolore addominale, difficoltà a deglutire, feci nere.