A che età possiamo parlare del sesso con un bambino?

Fin da piccolo, il bambino pone domande sulla sessualità. Quando e come affrontare l'argomento con lui?

I bambini si pongono molto presto domande sul loro corpo, sulle differenze con l'altro sesso e sulla loro stessa nascita. Questa naturale curiosità fa parte del normale sviluppo. Saper rispondere alle sue domande lo aiuta nella sua stessa sessualità.

Perché parlare di sesso con tuo figlio?

Che si tratti di identità sessuale o relazioni con gli altri, per il bambino, il genitore rimane la fonte primaria di informazioni sulla sessualità. Avvicinarsi all'argomento con lui lo aiuta a comprendere meglio il proprio corpo e a conoscere e rispettare i propri limiti e quelli degli altri.
È quindi un servizio per lui affrontare il tema della sessualità per aiutarlo a definire la propria identità. Non c'è bisogno di essere un esperto, trasmettendo i tuoi valori, incoraggi tuo figlio a pensare e costruire.

C'è un modo migliore per avvicinarsi alle cose?

Alcune domande di tuo figlio possono metterti a disagio. Tuttavia, se li ignori, potrebbero sentirsi a disagio e cercare risposte altrove. Ecco perché è meglio rispondere onestamente anche se non si ha la risposta immediatamente.
Per aiutarti, puoi ad esempio:
· Usare libri sulla sessualità per spiegarglielo;
· Chiedigli di prendersi del tempo per pensare e fare qualche ricerca;
· Utilizzare parole appropriate per descrivere le parti del corpo;
· Incoraggiarlo a porre domande;
· Avvicinati da solo al soggetto senza metterlo sotto pressione o disturbarlo.
Ricorda di adattare sempre la tua lingua in base all'età del bambino e soprattutto di evitare qualsiasi giudizio. Mostrarsi disponibile lo aiuta a rivolgersi a te quando ha domande.
Infine, se hai difficoltà ad affrontare l'argomento della sessualità con tuo figlio, non esitare a chiedere supporto a un professionista della salute o a una scuola.
Per saperne di più: "Il libro che racconta tutto sull'amore" F.Boucher, edizione Nathan.