La vulnerabilità alle malattie inizia durante l'infanzia

I bambini con allergie multiple o traumi hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie infiammatorie croniche o disturbi psichiatrici in età adulta.

I mali dell'adulto sono tratti dall'infanzia. Un gruppo di ricercatori svizzeri delle università di Zurigo e Losanna pubblica uno studio sui collegamenti tra alcuni traumi e allergie infantili e la probabilità di soffrire di disturbi psichiatrici o malattie infiammatorie croniche in età adulta.

Cinque gruppi di partecipanti

Gli scienziati hanno utilizzato un file per raccogliere dati da quasi 5.000 persone nate negli anni 1950. Hanno analizzato l'incidenza di alcune patologie durante l'infanzia, come allergie, malattie batteriche e virali, nonché quella dello stress psicosociale. . I dati hanno permesso loro di classificare il campione di popolazione in cinque gruppi, definiti in base a criteri associati ai biomarcatori (quantità di globuli bianchi o biomarcatori di infiammazione).

La maggior parte delle persone resistenti

I ricercatori hanno creato un gruppo di individui caratterizzati dal loro sistema immunitario neutro. Queste persone, che costituiscono il 60% del campione, non si sono ammalate durante l'infanzia. Un altro gruppo soffriva ancora meno di malattie: quella che riunisce individui con sistemi immunitari particolarmente resistenti. Rappresentano il 20% di tutti i partecipanti. Mentre alcuni vaccini non esistevano ancora, erano particolarmente resistenti alle malattie contagiose come la parotite o il morbillo.

Gli altri tre gruppi sono costituiti da persone che hanno sofferto di alcune malattie durante l'infanzia. Il gruppo atopico, ad esempio, riunisce individui con allergie multiple durante questo periodo. Il gruppo misto, che rappresenta circa il 9% del campione, è caratterizzato dalla presenza di una singola allergia o malattia infantile come la rosolia. L'ultimo gruppo è il più piccolo: riunisce il 5% di tutti i partecipanti, con come punto comune l'esistenza di traumi dell'infanzia.

Donne, preoccupate solo da malattie infiammatorie croniche

In età adulta, i gruppi atopici e misti avevano maggiori probabilità di soffrire di disturbi psichiatrici e fisici. Per il gruppo di bambini traumatizzati, il rischio di malattie psichiatriche era più elevato. Quando si trattava di donne, era importante anche il rischio di avere una malattia infiammatoria cronica. Per i ricercatori, questi risultati sono un inizio della spiegazione di alcuni fenomeni non compresi fino ad allora. "Ci aiutano a capire perché molte persone che non hanno una storia di traumi psicosociali hanno problemi di salute mentale e, allo stesso tempo, perché le persone traumatizzate hanno predisposizioni alle malattie infiammatorie croniche", conclude Professor Adjacic-Gross, uno dei principali autori della ricerca.