Cancro: piante a Mauritius per prevenire la divisione delle cellule tumorali

Le erbe medicinali trovate dagli scienziati a Mauritius contengono composti chimici che inibiscono la diffusione delle cellule tumorali. Ciò potrebbe essere particolarmente utile per il trattamento del carcinoma esofageo.

Mentre la scienza ha fatto grandi progressi nel campo del trattamento oncologico, ci sono ancora molte scoperte da fare. Mentre i tumori cancerosi sono ancora la principale causa di morte prima dei 65 anni nel nostro paese, alcuni ricercatori suggeriscono che le piante potrebbero essere efficaci. Un gruppo di scienziati ha effettivamente testato le virtù di diverse erbe medicinali di Mauritius, specialmente nel trattamento del cancro.

Proprietà antitumorali che possono aiutare la ricerca

Mauritius è un gruppo di isole nell'Oceano Indiano. In parte a causa del loro isolamento, le isole ospitano una collezione di piante e animali che non esistono altrove. Acalypha integrifolia, Eugenia tinifolia e Labourdonnaisia ​​glauca sono i nomi di queste piante miracolose. A Mauritius, sono meglio conosciuti come Crève-Cœur Wood, Nèfle Wood e Bois de Natte. Secondo la ricerca, le piante impediscono alle cellule tumorali di dividersi, dando loro preziose proprietà antitumorali. In particolare, avrebbero un effetto sul cancro esofageo, uno dei più devastanti, la cui origine e fattori di rischio sono capiti male. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista Acta Naturae.

Aiuta a combattere il cancro dell'esofago

Per svolgere il loro studio, i ricercatori hanno testato estratti di diverse specie di piante mauriziane su cellule di due tipi di tumori maligni isolati da individui. Tre dei cinque composti vegetali biologicamente attivi hanno inibito la crescita delle cellule tumorali esofagee.

"Circa un terzo delle piante locali viene utilizzato nella medicina tradizionale, ma mancano ancora prove scientifiche del loro potenziale terapeutico", afferma uno degli autori dello studio Alexander Kagansky, oncologo. "Ad oggi, solo il 15% delle specie vegetali dell'isola è stato esaminato per le sue proprietà medicinali."

I casi di cancro esofageo dovrebbero aumentare nei prossimi anni a causa delle diete e degli stili di vita moderni. La chemioterapia può prolungare la vita dei pazienti per un tempo limitato, ma questi mesi "guadagnati" in più possono essere molto dolorosi, poiché i farmaci causano effetti collaterali che degradano la qualità della vita. Ma se i test di laboratorio fossero conclusivi, il ricercatore specifica che ci vorrà ancora molto tempo prima che un farmaco venga creato da queste piante: "Ora dobbiamo riuscire a isolare la molecola appropriata".

Video: La storia di Sophia Gall, morta di cancro a soli 16 anni: "Ogni vita vale la pena di essere vissuta" (Febbraio 2020).