Come il nostro sistema immunitario può causare la comparsa di cavità

L'azione del nostro sistema immunitario contro i batteri orali potrebbe essere all'origine della formazione della carie, che potrebbe persino toccare i denti già trattati.

Questo si chiama "danno collaterale": i neutrofili, che sono globuli bianchi (leucociti) con un ruolo importante nel nostro sistema immunitario, attaccano i nostri denti e persino i nostri batteri orali che generano un rischio di carie dentale. I ricercatori dell'Università di Toronto (Canada) hanno appena evidenziato questo fenomeno. Il loro lavoro mostra che i neutrofili, che sono quindi in prima linea nella nostra difesa antibatterica, si producono acidi che demineralizzano i denti su cui sono installati.

Streptococcus mutans causando carie

La carie dentaria è un'infezione comune dovuta alla presenza di batteri nella nostra bocca, specialmente nella bocca. Streptococcus mutans, che fa parte della flora commensale della cavità orale. Per contrastare questi batteri, il nostro corpo invia neutrofili alla bocca, che entrano nei denti attraverso le nostre gengive e distruggono gli intrusi che causano cavità. Ma questi neutrofili sono così aggressivi da influenzare il loro ambiente locale, cioè i denti stessi. "È come usare un martello per uccidere una mosca su un muro", afferma Yoav Finer dell'Università di Toronto.

Denti indeboliti dalla demineralizzazione

Come può in definitiva il rimedio causare il danno? Quando i neutrofili attaccano i batteri orali, producono acidi che aiutano a demineralizzare i denti. Ciò provoca un'associazione tra gli enzimi dei neutrofili e quelli dei batteri. E i denti indeboliti dalla demineralizzazione diventano obiettivi molto vulnerabili per questa associazione. Ciò provoca la comparsa di carie a causa delle cellule che dovrebbero evitarle.

E questa affermazione infuriata si estende anche ai denti puliti. In effetti, gli enzimi neutrofili attaccerebbero anche le resine composite utilizzate per sigillare i denti cariati, il che spiegherebbe la ricomparsa della carie su denti già trattati.