Grande dibattito: i francesi vogliono un sistema sanitario migliore

Il tema non era atteso nel dibattito, ma i francesi sono sensibili: il settore sanitario è il servizio pubblico che avrebbe bisogno di maggiori miglioramenti, secondo i risultati del grande dibattito nazionale.

La salute, una delle principali preoccupazioni dei francesi? Sembra buono Tra coloro che hanno preso parte al grande dibattito nazionale, un quarto crede di non beneficiare di un accesso sufficiente ai servizi pubblici. Per il 30,4% di questi, la salute è il problema principale. Deserti medici, servizi di emergenza saturi, chiusura delle farmacie ... Ci sono davvero molti fallimenti nel nostro sistema sanitario e i cittadini sono ben consapevoli. Secondo le prime consultazioni del grande dibattito nazionale, le uniche aree per le quali i francesi sono inoltre pronti a pagare più tasse sono la salute e la disabilità.

Un grande bisogno di miglioramenti

Il bilancio di grande dibattito nazionale è stato presentato questo lunedì 8 al Grand Palais di Parigi. in servizio pubblico, premio per la salute. In effetti, i cittadini vogliono un cambiamento in questo sistema: il 27,8% dei partecipanti desidera un miglioramento del sistema, seguito dall'assistenza agli anziani, che ha bisogno di miglioramenti in base al 16,9% dei partecipanti.

Questa necessità di miglioramento è stata menzionata principalmente nei libri di reclamo e nei LIR. Questa prevalenza del settore sanitario può essere spiegata da un gran numero di pensionamenti di medici che non vengono sostituiti, specialmente nelle zone rurali, o dalle difficoltà finanziarie dell'accesso alle cure dentistiche. In effetti, secondo uno studio condotto nel marzo 2017 a Il mondo, il geografo della salute Emmanuel Vigneron "aveva stabilito che 3,9 milioni di francesi vivevano in territori con una situazione allarmante per quanto riguarda l'accesso agli operatori sanitari e che 4,8 milioni erano in territori trascurati". Una situazione che richiede quindi misure urgenti.

Quali soluzioni?

Al Conferenze dei cittadini regionali e workshop partecipativi che li hanno accompagnati, i partecipanti hanno già pensato ai modi per organizzare meglio il territorio sanitario. Tuttavia, le soluzioni invocate dai francesi sono già state respinte in passato. Tra questi, l'obbligo per i medici di stabilirsi in queste aree trascurate (deserti medici o quartieri svantaggiati delle città) con controparti. Misura quello è già stato respinto sia dagli operatori sanitari che dal governo. Per vedere se passerà l'ultimo provvedimento sanitario del governo, che consente ai farmacisti di prescrivere determinati farmaci oltre a poter vaccinare.

Video: Vaccini, nanoparticelle, ambiente e salute: morire di polveri - Stefano Montanari (Gennaio 2020).