Cancro allo stomaco: un trattamento impedirebbe la malattia

Ricercatori statunitensi hanno scoperto che un trattamento attualmente in fase di sperimentazione per prevenire alcuni tumori è particolarmente efficace nella prevenzione del cancro allo stomaco.

Il batterio Helicobacter pylori infetta lo stomaco di metà della popolazione mondiale. Solo l'1% di quelli infetti sviluppa il cancro allo stomaco, la terza causa di morte per cancro in tutto il mondo. Ricercatori statunitensi hanno scoperto che un trattamento potrebbe essere efficace nel prevenire questa malattia. Infatti, il DFMO (difluorometilornitina) è già noto per bloccare la crescita delle cellule, ma inibirebbe anche l'attività dei batteri H. pylori. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences.

Non è necessario rimuovere i batteri

Il batterio H. pylori ha un ruolo un po 'ambiguo. Può davvero essere pericoloso, causare un'ulcera o un cancro allo stomaco. Ma a volte, trattare l'infezione con i batteri e rimuoverla può avere altre conseguenze sulla salute. H. pylori protegge dall'asma, da alcuni disturbi allergici ed evita il reflusso gastroesofageo. "H. pylori si è co-evoluto con l'uomo per almeno 60.000 anni, probabilmente più a lungo, e cercare di prevenire il cancro allo stomaco eliminando l'infezione attraverso l'uso diffuso di antibiotici non è necessariamente un problema. buona idea ", afferma Keith Wilson, professore di medicina e professore di patologia, microbiologia e immunologia.

Un trattamento di prova

"Il nostro studio suggerisce che sarebbe possibile ridurre la virulenza del batterio senza doverlo eliminare. Questo è un modo speculativo e insolito di pensare a un'infezione, ma potrebbe essere una strategia interessante", ha detto il ricercatore. che gestisce anche il Centro Vanderbilt per l'infiammazione e il cancro delle mucose. È attualmente in corso uno studio clinico per DFMO, un trattamento che inibisce l'attività di H. pylori per prevenire il cancro allo stomaco. Il team di Wilson ha precedentemente dimostrato che il trattamento negli animali provoca mutazione genetica. E gli animali che stavano subendo questa mutazione genetica non hanno sviluppato il cancro allo stomaco. Il prossimo passo, per i ricercatori, è confrontare questi risultati sull'uomo.

Video: Il tumore sconfitto dal corpo - Superquark 16082017 (Dicembre 2019).