Quando dovrebbe essere consultato un sessuologo?

Che si tratti di un problema di libido, dolore o erezione, il sessuologo è lo specialista da consultare.

Rendere il processo di consultazione di un sessuologo implica riconoscere una certa impotenza di fronte a difficoltà personali e relazionali. Spesso ci vuole coraggio per consultare la prima volta e accettare di rivelare la sua intimità. Tuttavia, il sollievo percepito aiuta a trovare soluzioni.

Cosa sta facendo un sessuologo?

Un sessuologo è un medico che si occupa di problemi di salute legati alla sessualità. Si occupa sia di problemi fisici come difficoltà di erezione o eiaculazione precoce, sia di dolore alla penetrazione nelle donne (dispareunia) o problemi di lubrificazione.

Si occupa anche di difficoltà psicologiche come disturbi della libido o disturbi relazionali nelle coppie. È del tutto possibile consultare un sessuologo da solo o in coppia. A seconda dei problemi riscontrati, possono essere prescritti ulteriori test e talvolta un trattamento farmacologico.

Come fare il grande passo?

Non ci sono difficoltà troppo piccole o troppo grandi per prendere la decisione di consultare in sessuologia. Non appena senti un'insoddisfazione coniugale e sessuale, è tempo di consultare.

Il sessuologo di solito conduce interviste che discutono della sessualità in senso lato e per tutta la vita. Può aiutare a drammatizzare una situazione e alleviare i sentimenti di colpa o rabbia.

Infine, il sessuologo non è lì per giudicare, ma per cercare di trovare soluzioni mediche o psicologiche al problema. Conservate dal segreto medico, le informazioni non escono dall'ufficio di consultazione, il che consente di garantire una riservatezza favorevole alla confessione.

Per saperne di più o trovare uno specialista sul sito web della National Union of Sexist Physicians (SNMS): //www.snms.org/

Video: XXXY 2000 (Dicembre 2019).