L'UNICEF è allarmato dal ritorno del morbillo nel mondo

L'UNICEF è allarmato dalla rinascita dei casi di morbillo in tutto il mondo, in particolare in Francia, nonostante l'esistenza di un "vaccino efficace ed economico".

Unicef ​​è stato allarmato venerdì 1 marzo, il ritorno del morbillo in 98 paesi che ha riportato più casi nel 2018 rispetto al 2017 e nonostante il fatto che esista un vaccino. La rinascita dei casi di morbillo in tutto il mondo ostacola i progressi nel contenere questa malattia, notano gli autori di questo rapporto.

"Questo è un campanello d'allarme", ha dichiarato il direttore esecutivo dell'UNICEF Henrietta Fore, "abbiamo un vaccino sicuro, efficace ed economico contro una malattia altamente contagiosa - un vaccino che ha salvato quasi un milione di persone vive ogni anno negli ultimi due decenni ".

170.000 casi nel 2017 contro 229.000 nel 2018

Tra i paesi interessati vi sono Ucraina, Filippine e Brasile, dove è stato registrato il maggiore aumento annuale dei casi. Nel 2018 sono stati diagnosticati 35.120 casi in Ucraina, circa 30.000 in più rispetto all'anno precedente e 13.192 casi nelle Filippine. Peggio ancora, nel 2018 sono stati segnalati 10.262 casi in Brasile, mentre nel 2017 non sono stati segnalati casi.

Nel 2017, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha registrato 170.000 casi contro 229.000 nel 2018. "Quando vediamo casi segnalati aumentare del 50%, sappiamo che stiamo andando nella direzione sbagliata", ha detto. Katherine O'Brien, direttore dell'immunizzazione e dei prodotti biologici dell'OMS. L'OMS mette in guardia sulla portata della diffusione dell'epidemia in tutte le regioni del mondo. "Stiamo assistendo a epidemie prolungate e in crescita", avverte Katherine O'Brien.

Un tasso insufficiente di vaccinazioni

In Francia, nel 2018 sono stati diagnosticati ulteriori 2.269 casi di morbillo rispetto al 2017. Dal 1 ° gennaio 2019 sono stati segnalati 244 casi di morbillo. La situazione è tale che una famiglia francese ha riportato il morbillo in Costa Rica, dove la malattia è stata eradicata nel 2014.

Al di là della Francia, anche l'Europa è attualmente colpita da una ripresa del morbillo. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), la malattia ha colpito 82.596 persone nel Vecchio Continente nel 2018, tre volte di più rispetto al 2017. Tuttavia, non ci sono mai stati così tanti bambini vaccinato contro il morbillo, dice l'OMS. In tutta la zona europea, il tasso di vaccinazione a due dosi ha raggiunto il 90% nel 2017, un record. Ma sfortunatamente, per fermare la circolazione del virus, il 95% dei bambini dovrebbe essere vaccinato. Attualmente, in Europa, 24 paesi sono al di sotto di questo obiettivo. Compresa la Francia.