Alcol: più giovane sei, più è pericoloso per la tua salute

Un nuovo studio ha esaminato l'impatto del consumo di alcol a età diverse. Mostra che i rischi per la salute possono essere meno gravi per le persone di età superiore ai 50 anni e, al contrario, sono sottovalutati nella fascia di età più giovane.

Potresti esserti già imbattuto su di esso quando hai navigato in Internet: affermazioni di stampa, studi scientifici a sostegno, che un moderato consumo di alcol ha avuto effetti benefici sulla salute. Questo, ad esempio, pubblicato nel 2017, affermava che il consumo di alcol da lieve a moderato proteggeva la mortalità per tutte le cause.

Eppure non tutti gli scienziati concordano con questa conclusione. In uno studio recentemente pubblicato su Journal of Studies on Alcohol and DrugsIl team del Dr. Timothy Naimi al Boston Medical Center in Massachusetts mette in dubbio la metodologia generalmente utilizzata in questo lavoro.

Studi inaffidabili

Ottimisti e corretti come questi studi per coloro a cui piace bere un bicchiere di alcol di tanto in tanto, sono più spesso osservativi e non scientificamente rigorosi, afferma il dottor Naimi. In questione: il profilo dei partecipanti. In effetti, questo lavoro tende a includere persone di età pari o superiore a 50 anni.

Ciò pone un vero problema, poiché questa fascia di età esclude efficacemente chiunque sia morto a causa del consumo di alcol prima dei 50 anni. Tuttavia, "i morti non possono essere arruolati negli studi di coorte", si noti seccamente gli autori dello studio. Secondo loro, coloro che sono bevitori di 50 anni sono "sopravvissuti" al consumo di alcolici che, all'inizio, avrebbero potuto essere più sani o avere abitudini di consumo "più sicure" rispetto ad altri.

Questo lavoro è tanto più distorto in quanto oltre il 40% dei decessi correlati all'alcol si verificano prima dei 50 anni. Ciò suggerisce che sottostimano il rischio di alcol, soprattutto tra i giovani. Inoltre, spiega i ricercatori, i partecipanti, generalmente anziani, non sono rappresentativi di tutte le persone che consumano alcol.

Rischi sottostimati per i più piccoli

Per ottenere dati più affidabili, il Dr. Naimi e il suo team hanno utilizzato un software chiamato Impatto delle malattie correlate all'alcol, che raccoglie i dati da tutti i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. I dati utilizzati provengono da statistiche governative sulle cause di morte e sui benefici per la salute dal 2006 al 2010 negli Stati Uniti. Quindi, può proteggere il consumo di alcol da leggero a moderato?

I ricercatori hanno scoperto che l'età era un fattore importante nelle morti evitate "grazie" al consumo di alcol. I dati raccolti e analizzati mostrano chiaramente che i giovani sono particolarmente vulnerabili all'alcol. Circa il 35,8% di tutti i decessi correlati all'alcol si è verificato nelle persone di età compresa tra 20 e 49 anni. Al contrario, solo il 4,5% dei decessi che sono stati determinati a essere prevenuti "grazie" al consumo di alcol si è verificato in questa fascia di età più giovane.

Il confronto con il gruppo di persone di età pari o superiore a 65 anni è sorprendente. Sebbene quest'ultimo abbia anche un tasso di mortalità del 35% attribuibile al consumo di alcol, l'80% dei decessi evitati attraverso il consumo di alcol si è verificato in questo gruppo.

Un modello abbastanza simile è emerso quando i ricercatori hanno esaminato i potenziali anni di vita persi a causa del consumo di alcol. Di tutti gli anni di vita persi, il 58,4% era nella fascia di età compresa tra 20 e 49 anni, rispetto al 15% in quelli di età pari o superiore a 65 anni. Il gruppo più giovane ha visto solo il 14,5% degli anni di vita risparmiati dal consumo di alcol, rispetto al 50% del gruppo più anziano.

"Questo studio aggiunge alla letteratura che sfida gli effetti protettivi dell'alcool sulla mortalità per tutte le cause", concludono gli autori. Questi ultimi, tuttavia, vogliono rassicurare, scrivendo che "la maggior parte di coloro che scelgono di bere possono farlo con un rischio relativamente basso" purché il loro consumo rimanga moderato.