Salmonella: Lactalis ricorda uno dei suoi lattanti

Lactalis ha ricordato uno dei suoi latticini dello stesso produttore spagnolo della società Modilac, responsabile di 4 casi di salmonella nei bambini francesi.

Mentre Modilac ha annunciato il richiamo di prodotti per l'infanzia a base di proteine ​​di riso prodotte in Spagna, a seguito della scoperta di quattro casi di salmonella nei bambini francesi, Lactalis ha anche annunciato il richiamo di una delle sue formule per neonati dallo stesso fornitore come misura preventiva. "Il richiamo riguarda 16.300 scatole di latte Picot AR venduto esclusivamente in farmacia, dal 29 novembre 2018", afferma il gruppo. "Qui applichiamo un principio di massima precauzione e specifichiamo (...) che nessun avviso di salute è stato segnalato su questo riferimento Picot AR e che tutti i controlli sono conformi".

"Quando si fermerà?"

Quattro casi di salmonella -Salmonella Poona- sono stati effettivamente rilevati nelle selle dei bambini. "Questi bambini ora stanno meglio e sono usciti tutti dall'ospedale. Altri tre casi sono sotto inchiesta", hanno affermato la direzione generale della Salute e la direzione generale della Concorrenza, degli affari dei consumatori e delle forze dell'ordine frodi (DGCCRF). In totale, oltre 416.000 scatole che rappresentano 19 riferimenti sono interessate dal richiamo di Modilac. Un numero verde è stato impostato per ulteriori informazioni: 0 800 800 970.

"Sto imparando in questo momento il ritiro della vendita del latte Lactalis Picot AR prodotto nello stesso sito del latte Modilac in Spagna." Sono senza parole, fino a che punto andrà? smetterà? ", ha risposto su Twitter Quentin Guillemain, presidente dell'associazione delle famiglie vittime del latte contaminato (AFVLCS).

Sto imparando in questo momento il ritiro della vendita del latte #Lactalis #PicotAR prodotto nello stesso sito del latte #Modilac in Spagna.
Sono senza parole.
Quanto lontano andrà? Quando si fermerà? #laitcontamine #salmonelle

- Quentin Guillemain (@qguillemain) 25 gennaio 2019

Questo scandalo sanitario sta infatti seguendo il massiccio richiamo dei prodotti per l'infanzia gestiti da Lactalis dal 2017, a seguito della contaminazione di 53 bambini da parte del latte dopo aver bevuto dalla pianta di Craon. Sono stati presentati quasi 300 reclami. Dopo nove mesi di indagini preliminari, l'unità di sanità pubblica della procura di Parigi ha deciso di aprire un'indagine giudiziaria contro X per "inganno sulle qualità sostanziali dei beni", "lesioni involontarie con conseguente incapacità al lavoro inferiore o uguale a tre mesi "e" mancato ritiro o richiamo da parte di un operatore del settore alimentare di un prodotto dannoso per la salute ".

I pericoli dell'infezione da salmonella

Infezione da batteri del genere La salmonellosi si manifesta con gastroenterite, a volte acuta, che di solito si risolve spontaneamente entro pochi giorni. Tuttavia, le conseguenze possono essere gravi in ​​alcune popolazioni sensibili, in particolare le persone che soffrono di malnutrizione, che soffrono di alcune malattie (acloridria, ipocloridria o malattia neoplastica), in trattamento contro l'acidità gastrica o in terapia antibiotica ad ampio spettro.
Infine, nei neonati e nelle persone con sistema immunitario indebolito (malattia autoimmune, immunosoppressiva, terapia medica immunosoppressiva, ecc.), Un'infezione da salmonella può diventare molto grave o addirittura fatale. "Stiamo parlando di 53 bambini contaminati, ma questa cifra non corrisponde alla realtà", ha spiegato Quentin Guillemain in un'intervista. "Dobbiamo aggiungere tutti coloro che non hanno reagito, tutti coloro che non hanno analizzato, tutti coloro i cui genitori non hanno presentato un reclamo perché costa denaro ... Per me tutti i neonati che hanno ingerito latte per bambini contaminato da salmonella sono vittime di Lactalis, quindi stiamo parlando di centinaia di bambini ".

Video: Franica: ritiro massivo di latte artificiale, per contaminazione di salmonella (Settembre 2019).