Natale: quali sono gli alcoli più dannosi per la pelle?

In generale, bere alcolici è dannoso per la pelle. Tuttavia, alcune bevande sono più tossiche di altre, come il vino rosso.

La dottoressa Isabel Sharkar, naturopata negli Stati Uniti, ha recentemente spiegato nel sito web Pop Sugar come l'alcol influisce sulla pelle e quali bevande alcoliche sono leggermente meno dannose di altre. Ecco la sua classificazione, dal prodotto meno tossico al più tossico.

1 / Vodka, gin, tequila, birra

Distillati distillati (vodka, gin e tequila) e birra sono gli alcoli meno dannosi per la pelle.

2 / Whisky e rum

Liquori chiari come rum puro e whisky aiutano a sviluppare i primi segni dell'invecchiamento cutaneo.

3 / Vino bianco

Il consumo di vino bianco può causare gonfiore e gonfiore della pelle.

4 / Cocktail

Bere cocktail può causare sblocchi dell'acne, tono della pelle opaca o giallastra e gonfiore. Il peggior cocktail per la pelle è la margarita.

5 / Vino rosso

Il vino rosso è la bevanda alcolica più dannosa per la pelle, soprattutto in presenza di una condizione della pelle come la rosacea (dilatazione permanente dei vasi sanguigni che conferisce alla pelle un aspetto rosso e, in alcuni casi, provoca irritazione, aspetto di brufoli e macchie secche e ruvide, Ed). Bere può causare arrossamenti e macchie sulla pelle.
Si noti, tuttavia, che il vino rosso rimane, nonostante i suoi effetti dannosi sulla pelle, l'alcool meno dannoso per la salute. Utilizzato in piccole quantità, può anche avere effetti positivi, come la riduzione della disfunzione erettile o il miglioramento della salute cardiovascolare e del sonno. Se nonostante tutte queste indicazioni hai bevuto ancora un po 'troppo, la dott.ssa Isabel Sharkar indica che dovresti bere 10 bicchieri d'acqua il giorno successivo e consumare vitamina C. Per preservare una pelle bellissima nonostante un eccesso di alcool, si consiglia anche di pulire e idratare il doppio del solito.

Ricorda, tuttavia, che l'eccesso di alcol è pericoloso per la salute e fortemente scoraggiato dai medici.