Cancro al seno: gravidanza e allattamento proteggono davvero dalla malattia?

Essere una madre non ti protegge dal cancro al seno, almeno per i primi 20 anni. Con contro, l'allattamento al seno sì.

Contrariamente a quanto possiamo leggere spesso, essere una madre non protegge dal cancro al seno. L'allattamento al seno riduce il rischio di sviluppare i tumori al seno più gravi.
Una revisione di numerosi studi su 18.826 casi di carcinoma mammario indica che "il rischio aumentato di carcinoma mammario dopo il parto è stato pronunciato quando combinato con una storia familiare di carcinoma mammario". D'altra parte, era più alto tra le donne anziane alla prima nascita o con più figli rispetto alle altre.

Rischio massimo circa cinque anni dopo la nascita

Rispetto alle madri senza figli, le madri avevano un rischio di cancro al seno che raggiungeva il picco a circa cinque anni dopo la nascita, prima di diminuire allo 0,77% dopo i 34 anni. "L'associazione è passata da positiva a negativa circa 24 anni dopo la nascita", aggiungono i ricercatori.
Al contrario, un altro studio mostra che l'allattamento al seno protegge almeno dai tumori che non hanno recettori ormonali, i più gravi. Questa seconda meta-analisi rappresenta 27 studi separati (8 coorti e 19 controlli), per un totale di 36.881 casi di carcinoma mammario.

Carcinoma mammario recettore ormonale negativo

Abbiamo dimostrato "un effetto protettivo dell'allattamento al seno contro il carcinoma mammario negativo al recettore ormonale, che è più comune nelle giovani donne e ha una prognosi peggiore rispetto ad altri sottotipi di carcinoma mammario" , scrivi agli scienziati. "L'associazione tra allattamento al seno e carcinoma mammario recettoriale positivo necessita di ulteriori studi", concludono.
Con circa 54.062 nuove persone colpite ogni anno, il cancro al seno è il tipo più comune di cancro femminile. Meno del 10% dei tumori al seno si verificano prima dei 40 anni. L'incidenza quindi aumenta costantemente fino all'età di 65 anni. Questo, unito al fatto che la densità della ghiandola mammaria è meno importante a questa età, giustifica la scelta della fascia di età da 50 a 74 anni per lo screening organizzato. Dopo aver raddoppiato tra il 1980 e il 2005, l'incidenza ora sembra stabilizzarsi.

Video: Things Mr. Welch is No Longer Allowed to do in a RPG #1-2450 Reading Compilation (Aprile 2020).