Gastroenterite acuta: 10 domande pratiche su questa infezione

La gastroenterite è una malattia infiammatoria acuta dell'intestino, molto spesso secondaria a un'infezione da virus. Il problema principale è che può causare disidratazione, specialmente nei bambini e negli anziani. Spiegazione sulle modalità di reidratazione.

In due terzi dei casi, la gastroenterite è dovuta a un'infezione da un virus come il rotavirus, il norovirus, l'adenovirus ... In un terzo dei casi, è un batterio.

Che cos'è la gastroenterite acuta?

La gastroenterite acuta è essenzialmente una brutale diarrea che di solito è accompagnata da nausea, vomito, dolore addominale ("dolore addominale") come i crampi, di solito in un contesto di febbre o disidratazione.

Cos'è la diarrea acuta?

La diarrea è definita da feci, liquidi o pastosi, vari colori che sono per lo più "quotidiani, troppo frequenti e troppo abbondanti" (peso oltre 300 g / d negli adulti).

In pratica, c'è diarrea quando ci sono più di tre feci molli o liquide al giorno. La diarrea acuta di solito dura meno di 8-10 giorni. È preceduto da un normale transito e non si ripaga a breve termine.

Quali sono le cause della gastroenterite acuta?

Le principali cause di gastroenterite acuta sono virali (il rotavirus più spesso), batterici (il batterio stesso o la sua tossina), parassiti o medicati (antibiotici).

Oltre il 10% delle persone che assumono antibiotici può avere la diarrea. Questo è spesso benigno, scarso e transitorio. Molto spesso è dovuto a una diminuzione della capacità di fermentazione del colon. Solo se è prolungato dovremmo cercare la selezione di un batterio pericoloso nel colon, in particolare il Clostridium difficile.

Come si ottiene la gastroenterite?

La trasmissione di gastroenterite di origine infettiva avviene per contatto diretto con una persona malata o indirettamente per ingestione di cibo o acqua contaminata da una persona malata, o per contatto con oggetti o mani su cui sono stati depositati particelle fini di feci di persone malate (infezione da "lettiera per manufatti").

La gastroenterite è quindi favorita dalla vita nella ristorazione collettiva e collettiva. Epidemie di gastroenterite da rotavirus si verificano ogni anno tra dicembre, gennaio e febbraio.

Può complicarsi?

La gastroenterite virale di solito dura meno di tre giorni e non si ripresenta a breve termine. La diarrea batterica può durare fino a due settimane. Durante la diarrea acuta, specialmente se accompagnata da vomito, possono sviluppare complicazioni come la disidratazione. Questo rischio è particolarmente comune nei neonati, negli anziani o nelle persone con malattia cronica.

Una rara complicazione nei neonati e nei bambini molto piccoli nei casi di gastroenterite virale è l'insorgenza di una "intussuscezione intestinale" che corrisponde a un'ostruzione intestinale: si verifica quando il telescopio dei circuiti intestinali e un segmento intestinale entrano nel segmento intestinale a valle. È un'emergenza chirurgica.

Quando dovrei vedere un dottore?

La diagnosi di gastroenterite acuta ordinaria di solito non richiede il medico e il farmacista sarà in grado di fornire i prodotti necessari per la sua cura.

Tuttavia, è necessario consultare un medico durante il giorno se si tratta di un bambino di meno di 3 mesi e se il bambino vomita ripetutamente e non prende il biberon, e specialmente in caso di disidratazione: bocca e lingua secca, sensazione di sete, perdita di peso, aspetto di una piega della pelle (quando è leggermente pizzicata, la pelle mantiene la piega ed è lento a ritrovare il suo aspetto originale), bassa emissione di urina concentrata, aspetto opaco e occhi infossati e, infine, se la diarrea dura più di 2 giorni, se è accompagnata da febbre alta e se c'è sangue o muco nelle feci.

Quando dovresti consultare urgentemente un medico?

È necessario consultare un medico in caso di emergenza se la disidratazione provoca una perdita di peso che supera il 5% del peso corporeo ed è accompagnata da una marcata piega della pelle e da disturbi della coscienza (malessere, vertigini ...) e dal comportamento (agitazione o al contrario prostrazione e apatia). È quindi una grave disidratazione e deve essere consultato con urgenza.

Se si verifica la diarrea al ritorno da un viaggio in un paese tropicale, è anche necessario consultare urgentemente per cercare una crisi della malaria che può essere annunciata dalla diarrea acuta.

Qual è il Diarrea o turista del viaggiatore?

Circa uno su tre viaggiatori, che di solito viaggiano in un paese in cui l'igiene non è conforme agli standard occidentali, sta vivendo un episodio di diarrea. Questa diarrea acuta è spesso minore e di breve durata (dalle 24 alle 48 ore), ma può costringerlo a rimanere a letto o addirittura a modificare il suo viaggio (30% dei casi).

Il turista è essenzialmente correlato a un'infezione digestiva da parte di alcuni ceppi di batteri Escherichia coli, che causano la diarrea a causa delle "enterotossine" che secernono, o Shigella dysenteriae. Questi germi sono sensibili ai farmaci generalmente prescritti in queste circostanze (trimetoprim-sulfametossazolo o fluorochinoloni). Ma attenzione, a volte sono coinvolte salmonelle non tifoidi, clostridi, lambliases, virus o amebe.

Cosa fare in caso di gastroenterite negli adulti?

Nella maggior parte dei casi, la diarrea acuta può essere gestita in casa, soprattutto se la condizione è recente e non impedisce di bere.

Per alleviare il dolore e limitare la diarrea, è possibile assumere medicinali senza prescrizione medica come bendaggi intestinali (argille ...) o acceleratori di transito.

Ci sono alcune misure dietetiche da prendere: devi bere più del solito, in particolare bevande contenenti zucchero e sale (acqua zuccherata, brodi vegetali) per compensare la perdita di acqua e sale legata alla diarrea. È necessario prendere pasti più piccoli ma più frequenti, composti da cibi salati, ricchi di zuccheri e senza residui (riso, pasta, carote cotte). Ad eccezione delle banane, è meglio evitare frutta e verdura crude, bevande congelate. Le bibite non sono realmente controindicate ma sono spesso scarsamente tollerate. È meno difficile tollerarli rimuovendo un po 'di gas.
La diarrea acuta è principalmente virale e non richiede antibiotici. La terapia antibiotica è giustificata solo se la causa batterica della diarrea è stata stabilita dall'esame delle feci in laboratorio o in caso di complicanze.

Cosa fare in caso di gastroenterite nei bambini?

Nel bambinodovresti evitare di darle la formula durante la diarrea, ma l'allattamento al seno è possibile. In assenza di allattamento al seno, dovrebbe essere somministrato soluti di reidratazione solo per sei ore (a volontà).

Ci sono in farmacia i soluti di reidratazione bilanciati e adattati alle esigenze dei neonati. La soluzione preparata deve essere refrigerata per un massimo di 24 ore. Può essere somministrato freddo perché calma il vomito.

Dovrebbe iniziare somministrando da 5 a 15 ml ogni volta, più volte all'ora, a piccoli sorsi o con un cucchiaio. Nel bambino da 0 a 6 mesi, viene somministrato convenzionalmente tra 30 e 90 ml all'ora. Da 6 mesi a 2 anni, da 90 a 120 ml all'ora. Se il bambino inizia a vomitare di nuovo, fai una pausa da 30 a 60 minuti e ripeti la sequenza dall'inizio (somministrando sempre 5-15 ml ogni volta).

Quando il bambino sta meglio, è quindi possibile utilizzare latte senza lattosio per alcuni giorni.

Quando un bambino di 2 anni o più, soffre di diarrea, il più importante è evitare la disidratazione e la perdita di minerali. Quindi non dovresti mai reidratare un bambino con acqua pura, perché non poteva tollerarlo: bisogna assicurarsi che beva regolarmente e più delle solite bevande contenenti zucchero e sale (acqua zuccherata, brodi vegetali o fluidi di reidratazione) per compensare le perdite di acqua e sale associate alla diarrea.

È quindi necessario dargli pasti più piccoli ma più frequenti, composti da cibi salati, ricchi di zuccheri e senza residui che hanno un effetto antidiarroico (riso, pasta, carote cotte). Ad eccezione delle banane, è meglio evitare frutta e verdura crude, bevande congelate.

Le bibite non sono realmente controindicate ma sono spesso scarsamente tollerate. Quando si viaggia, quando non si ha nient'altro, è possibile utilizzarli migliorando la loro tolleranza rimuovendo un po 'di gas.

Bende intestinali (argille, ecc.) O agenti che rallentano il transito possono essere somministrati nel bambino più grande (8 anni per loperamide ma non limitato a rececadortil). La diarrea acuta è principalmente virale e non richiede antibiotici.
Quando la diarrea si interrompe, è necessario reintrodurre gradualmente i soliti alimenti, in 3-4 giorni.