Radiofrequenza: le onde del telefono aumentano il rischio di cancro

Essere costantemente esposti alle onde emesse dai telefoni cellulari aumenterebbe il rischio di sviluppare tumori cerebrali e tumori cardiaci. Questi sono i risultati finali di uno studio americano indipendente ma ...

Per la maggior parte di noi, il nostro telefono non ci lascia, né di giorno né di notte. Tuttavia, essere costantemente esposti alle onde emesse da questo oggetto diventato indispensabile aumenta il rischio di sviluppare il cancro al cervello e i tumori del cuore, secondo i risultati finali di uno studio americano indipendente.

Con un budget di $ 30 milioni, è l'esperimento più grande e costoso mai fatto sull'argomento. Coinvolge ratti e topi esposti per più di 9 ore al giorno a intensità superiori a 4 volte la normale delle onde 2G e 3G e i suoi risultati finali seguono le conclusioni provvisorie pubblicate lo scorso febbraio. Sono interessati solo i ratti maschi, ma secondo i ricercatori c'è un segnale e il collegamento sarebbe dovuto alle anomalie genetiche indotte

900 megahertz

Sono stati testati 3.000 roditori. "Riteniamo che il legame tra frequenze radio e tumori nei ratti maschi sia reale", ha dichiarato John Bucher, direttore della ricerca. Al contrario, le femmine di ratto non hanno sviluppato tumori, ma non è insolito che i modelli di cancro possano variare da sesso a sesso, sia nell'uomo che negli animali.

Va notato, tuttavia, che i livelli e la durata dell'esposizione a cui sono stati sottoposti gli animali erano molto più alti di quello che gli individui vivono abitualmente, e quindi non possono essere "direttamente confrontati con l'esposizione umana". John Bucher.

Inoltre, lo studio, iniziato sotto l'amministrazione Clinton, è stato realizzato da vecchi laptop degli anni '90, emettendo una frequenza di 900 megahertz oggi scomparsa. La ricerca, che richiede molto tempo per essere credibile, sta lottando per stare al passo con il rapido ritmo delle nuove tecnologie.

Radiazione nove ore al giorno

I roditori partecipanti allo studio sono stati esposti alle radiazioni nove ore al giorno per due anni. Le onde sono iniziate prima della nascita e sono continuate fino a circa due anni. Di conseguenza, circa il 2-3% dei ratti maschi irradiati ha sviluppato gliomi maligni, un mortale tumore al cervello. Nessuno dei topi di controllo senza contatto con un telefono cellulare ha sviluppato questo tipo di cancro.

Lo studio ha anche scoperto che circa il 5-7% dei ratti maschi esposti al più alto livello di radiazioni sviluppava tumori cardiaci, cosa che non era affatto il caso nel gruppo di controllo.

Metti quanta più distanza possibile tra il cervello e il telefono

In conclusione, è vero che le associazioni tra tumori e telefono cellulare sono deboli e che i pregiudizi di questo studio sono numerosi. Tuttavia, secondo i ricercatori coinvolti nello studio o nella sua analisi, è consigliabile mettere la massima distanza possibile tra il cervello e il telefono quando telefoniamo molto. Usare la funzione vivavoce o le cuffie per lunghe chiamate sarebbe una buona cosa, così come spegnere il telefono di notte.

Video: BOLOGNA: Onde elettromagnetiche e tumori, uno studio lancia l'allarme. VIDEO (Settembre 2019).