Avvelenamento da piombo, una nuova causa di ipertensione

L'accumulo di piombo nel corpo aumenta il rischio di sviluppare ipertensione farmacoresistente.

L'accumulo di piombo può essere un fattore di rischio per l'ipertensione farmacologica. Questa è la conclusione di uno studio su 475 veterani con ipertensione, recentemente pubblicato su Diario dell'American Heart Association. Questi risultati forniscono informazioni su come l'accumulo di piombo nel corpo può influenzare la gestione della pressione alta e potrebbe portare a nuovi obiettivi terapeutici.

Piombo nello stinco

"Il nostro studio dimostra che il carico cumulativo di piombo, misurato dall'osso di tibia, può essere un fattore di rischio non riconosciuto per l'ipertensione resistente ai farmaci", afferma il direttore della ricerca Sung Kyun Park, professore associato di epidemiologia e malattia. Scienze della salute ambientale presso la School of Public Health dell'Università del Michigan.
L'ipertensione resistente è l'ipertensione che persiste nonostante le misure per abbassarla, come i cambiamenti nello stile di vita e i farmaci (almeno tre diversi tipi).
Alla ricerca hanno partecipato 475 uomini "principalmente bianchi" (una tendenza alla ricerca, ndr). Soffrendo di ipertensione. 97 di questi hanno soddisfatto i criteri per l'ipertensione resistente sopra descritti. È stata misurata la loro pressione sanguigna, i farmaci che hanno preso e misurati i livelli di piombo nel loro sangue, patelle e tibie. Tutti i 15 microgrammi aggiuntivi di piombo per grammo di osso nella tibia sono stati quindi associati a un rischio maggiore del 19% di sviluppare ipertensione resistente. L'accumulo di piombo nelle patelle o nel sangue non ha dato nulla.

Prima fonte di contaminazione

Recentemente, altri studi hanno indicato che la presenza di piombo nel sangue potrebbe anche essere una causa di morte correlata a malattie cardiovascolari.
Dagli anni '90 in Francia è stata osservata una significativa riduzione dell'avvelenamento da piombo. La riabilitazione del vecchio habitat, la rimozione di combustibili al piombo, il trattamento delle acque pubbliche e la riduzione dei livelli di piombo negli alimenti hanno contribuito a questo sviluppo. Tuttavia, le fonti di intossicazione sono ancora presenti nell'ambiente. La vernice al piombo nelle vecchie abitazioni rimane la principale fonte di contaminazione nei casi segnalati. La maggior parte dei bambini è anche esposta al cibo e all'ingestione involontaria di particelle di terreno o polvere.

Video: Promo Medicina Amica: intossicazione da metalli pesanti (Settembre 2019).