Vivere in un quartiere urbano inquinato danneggia la salute dei bambini asmatici

I bambini asmatici che crescono in un quartiere con alti livelli di inquinamento atmosferico hanno bisogno di più cure mediche di emergenza rispetto a quelli che vivono in un'area meno inquinata.

Ogni anno, l'inquinamento atmosferico è responsabile di 5,5 milioni dei 9 milioni di decessi causati dall'inquinamento, rendendolo la principale causa di mortalità per inquinamento nel mondo.

Numerosi studi hanno già messo in evidenza gli effetti deleteri dell'inquinamento atmosferico sulla salute respiratoria, in particolare quello dei bambini, con percentuali di asma e allergie da polline che salgono dal 20 al 30%. Questo nuovo studio, condotto da ricercatori della Columbia University, New York, e pubblicato sulla rivista Springer Nature, non vuole essere più rassicurante. Secondo l'autore principale Stephanie Lovinsky-Desir, i bambini asmatici che vivono in quartieri urbani inquinati hanno bisogno di più cure mediche di emergenza rispetto a quelli che vivono in quartieri risparmiati dall'inquinamento atmosferico.

Alte concentrazioni di inquinanti

I ricercatori hanno condotto il loro lavoro dal 2008 al 2011 a New York con 190 bambini di età compresa tra 7 e 8 anni. Tutti con l'asma sono cresciuti in una famiglia della classe media nei quartieri del Bronx, Brooklyn, Queens e Manhattan.

I partecipanti allo studio sono stati classificati in due gruppi: quelli che vivono in un quartiere con un alto numero di casi di asma e quelli che vivono in un quartiere con asma basso. I ricercatori si sono preoccupati di garantire che non vi fosse alcuna differenza significativa tra il reddito familiare e l'accesso all'assistenza sanitaria (assicurazione privata) a beneficio delle famiglie dei partecipanti.

Tuttavia, hanno scoperto che coloro che sono cresciuti in aree in cui l'asma era comune abitualmente abitavano in condomini o ai piani superiori. Inoltre avevano maggiori probabilità di vivere in un quartiere sovraffollato e di essere cresciuti da una madre single.

I ricercatori hanno anche valutato le concentrazioni medie annue di biossido di azoto (NO2), particolato (PM2.5), carbonio elementare (CE), ozono (O3), biossido di zolfo invernale (SO2) , prima di esaminare le associazioni tra l'esposizione a questi inquinanti e la ricerca di cure urgenti per l'asma.

I risultati hanno mostrato che tutti gli inquinanti, ad eccezione dell'ozono, erano più alti nelle aree con un numero elevato di casi di asma rispetto alle aree in cui l'asma era meno comune. Inoltre, il gruppo di ricerca ha scoperto che i bambini che vivono in quartieri in cui l'asma era più comune e che i livelli di inquinamento erano più alti avevano anche maggiori probabilità di avere bisogno di cure di emergenza. Soffrono inoltre di respiro sibilante indotto dall'esercizio fisico.

Tutti i bambini sono vulnerabili all'inquinamento

Ma l'inquinamento colpisce anche i bambini con quartieri asmatici meno esposti agli inquinanti, insiste la dott.ssa Stephanie Lovinsky-Desir. Questi ultimi non sono meno vulnerabili agli effetti dell'inquinamento atmosferico. Sono comunque supportati meglio. "Nei quartieri meno poveri, i bambini esposti all'inquinamento atmosferico hanno maggiori probabilità di ricevere cure di emergenza per l'asma, ma nei quartieri più poveri è probabile che altri fattori ambientali stress e violenza, hanno un effetto maggiore sul trattamento urgente dell'asma rispetto all'inquinamento atmosferico ", conclude il ricercatore.

Video: Nella città che cambia. Storie di un quartiere 1di3 (Ottobre 2019).