Dengue contrasse a Saint-Laurent-du-Var: gli abitanti si organizzano da soli

Un viaggiatore avrebbe riportato questa "influenza tropicale" nelle Alpi Marittime e le zanzare tigre l'avrebbero trasmessa.

Sono stati rilevati 4 nuovi casi di dengue indigeni nel dipartimento delle Alpi Marittime, portando il numero di pazienti a 5. Tutti vivono in aree molto vicine. Un viaggiatore avrebbe riportato questa "influenza tropicale" e le zanzare tigre avrebbero quindi trasmesso. Una prima in Francia.
in Buona mattinataOlivier, residente a Saint-Laurent-du-Var, dice: "Karine, una vicina è costretta a letto per una settimana, ha avuto febbri enormi, sta bene, ma è esausta. È abbastanza violento e tutti i casi si trovano entro 50 metri intorno a noi. "

La dengue può essere mortale

Gli agenti dell'agenzia sanitaria regionale Provenza-Alpi-Costa Azzurra lo hanno visitato, per spiegare che la zanzara non vola molto in alto e non si sposta troppo lontano dal suo nido. "Siamo molto più vigili, quando il bambino giocherà fuori, lo mettiamo a maniche lunghe, rimettiamo le zanzariere. Svuotiamo i piattini, prestiamo attenzione", dice ancora il padre.
Ricorda che la febbre dengue può essere mortale. In Nuova Caledonia, una bambina di sei mesi è morta la sera del 19 maggio a Nouméa a causa del deterioramento delle sue condizioni generali. "I genitori del bambino lo avevano portato al Medipole di Koutio", ha dichiarato una dichiarazione del governo. Nonostante la terapia intensiva, l'evoluzione della malattia è stata travolgente. Dichiarata in Nuova Caledonia il 22 febbraio, l'epidemia di dengue aveva già portato una donna di 74 anni, senza una storia medica particolare.

"Influenza tropicale"

La dengue, chiamata anche "influenza tropicale", è una febbre emorragica tropicale legata a un arbovirus, trasmessa solo dal morso di una zanzara tigre femmina. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) stima che ci siano 50 milioni di casi annuali in tutto il mondo, inclusi 500.000 casi di dengue "emorragica", cioè morti in oltre il 2,5% casi. La febbre dengue è inizialmente presente nelle aree tropicali e subtropicali del mondo.
I sintomi della dengue si verificano dopo 3-4 giorni (in media 4-7 giorni) dopo il morso infettivo. La malattia simil-influenzale si manifesta nei neonati, nei bambini piccoli e negli adulti. Non esiste un trattamento specifico. Mentre la febbre emorragica della dengue è una complicazione pericolosa per la vita, la diagnosi clinica precoce e la rapida gestione clinica spesso salvano vite umane.
"Se sei stato infettato dal morbillo, sei immune alla vita", afferma Henrik Salje, statistico ed epidemiologo dell'unità Modelling matematico delle malattie infettive all'Institut Pasteur, "Con la dengue è diverso. Se uno è infetto da uno dei virus della dengue, uno è immunizzato contro questo virus ma non contro gli altri tre. E durante una seconda infezione, da un'altra forma del virus, le persone hanno più rischi di ammalarsi molto. "

Video: L'ADSL non arriva e i Comuni si organizzano da soli con il WIRELESS (Febbraio 2020).