Alzheimer: fai attenzione, un'infezione gengivale può essere la causa della malattia

Le infezioni gengivali, come la parodontite, possono essere la causa dello sviluppo della malattia di Alzheimer. I batteri dentali migrerebbero davvero dalla bocca al cervello. Spiegazioni.

Secondo un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università dell'Illinois a Chicago, l'esposizione a lungo termine a batteri che causano malattie parodontali provoca infiammazione cerebrale e degenerazione dei neuroni cerebrali simili agli effetti del cancro. Morbo di Alzheimer nell'uomo.

"Una grande sorpresa"

I risultati, che sono pubblicati in PLOS ONE, indicano che un'infezione comune delle gengive potrebbe essere la causa della malattia di Alzheimer, oggi incurabile. "Altri studi hanno già dimostrato una stretta associazione tra parodontite e deficit cognitivo, ma questa è la prima ricerca che dimostra che l'esposizione ai batteri parodontali porta alla formazione di placche che accelerano lo sviluppo della neuropatologia. nei pazienti con malattia di Alzheimer ", afferma il dott. Keiko Watanabe, direttore dello studio e specialista in parodontologia. "Questa è stata una grande sorpresa, non ci aspettavamo che il patogeno parodontale avesse la stessa influenza sul cervello o che i suoi effetti fossero simili a quelli del morbo di Alzheimer", aggiunge.
Per studiare l'impatto del batterio sulla salute del cervello, il team ha applicato i batteri parodontali nella bocca di dieci topi selvatici. Dieci altri topi hanno servito come gruppo di controllo. Dopo 22 settimane di esperienza, i ricercatori hanno studiato il tessuto cerebrale di tutti i topi e confrontato la loro salute del cervello.

I batteri dalla bocca al cervello

I ricercatori hanno scoperto che i topi esposti ripetutamente ai batteri avevano quantità significativamente più elevate di beta-amiloide accumulata, una sostanza presente nel tessuto cerebrale dei pazienti con malattia di Alzheimer. Hanno anche sofferto di più infiammazione cerebrale e avevano molti neuroni danneggiati.
Inoltre, il DNA dei batteri parodontali è stato trovato nel loro tessuto cerebrale. "I nostri dati non solo dimostrano il movimento dei batteri dalla bocca al cervello, ma anche che l'infezione cronica provoca effetti neuronali simili a quelli della malattia di Alzheimer", osservano i ricercatori. Dal loro punto di vista, è essenziale comprendere la causalità e i fattori di rischio per lo sviluppo della malattia di Alzheimer per sviluppare nuovi trattamenti.
Oggi in Francia, quasi 3 milioni di persone sono direttamente o indirettamente colpite dalla malattia di Alzheimer. Quasi 225.000 nuovi casi vengono diagnosticati ogni anno. Entro il 2020, il paese avrà probabilmente 1.275.000 malati.