Un esame del sangue in grado di rilevare tutti i tumori potrebbe presto essere disponibile

Ricercatori britannici hanno sviluppato un esame del sangue universale per rilevare la presenza di cancro in un paziente senza distinguerlo. Associarono la loro tecnologia a un partner industriale francese per consentirne la commercializzazione.

Nel 2014, i ricercatori americani avevano presentato interessanti risultati preliminari nella loro ricerca degli otto tumori più comuni attraverso un esame del sangue. Questa volta, i ricercatori britannici dell'Università di Bradford hanno fatto un ulteriore passo avanti e hanno sviluppato un esame del sangue universale che potrebbe diventare il primo strumento di screening del cancro. I loro risultati sono stati pubblicati sul giornale FASEB BioAdvances.

Il DNA bersaglio dei globuli bianchi

Il principio di questo screening è misurare il danno al DNA dei globuli bianchi sottoponendoli a diverse intensità dei raggi ultravioletti. Questo danno quindi forma una "coda di cometa" di pezzi di DNA che vengono tirati verso l'estremità positiva di un campo elettrico. Più lunga è la coda, più il DNA è danneggiato, indicando la presenza di cancro.

Questo approccio è interessante dal punto di vista del trattamento perché può intervenire in una fase molto precoce, in cui il tumore è solo di pochi millimetri. Tuttavia, prima è la diagnosi di cancro, minore è il numero di lesioni sui tessuti circostanti, maggiori sono le possibilità di guarigione e meno ingombrante e difficile il trattamento.

4 anni fa, prime scoperte

Quattro anni fa, i ricercatori dell'Università di Bradford hanno identificato campioni di tre diversi tipi di cancro, tra cui alcuni pazienti che non sono stati ancora diagnosticati, con un tasso di successo del 93%. Tuttavia, nelle ultime due prove cliniche che hanno coinvolto 700 campioni di sangue di pazienti con carcinoma prevalentemente del colon-retto e carcinoma prostatico, non sono stati in grado di distinguerli da pazienti sani in 60 casi.

Al fine di ottenere un tasso di successo migliore, i ricercatori britannici hanno combinato la loro tecnologia innovativa con la società francese IMSTAR e il suo lettore di celle a sensore di diapositive, Pathfinder. Completamente automatizzato, crea un test di rilevazione precoce potente e robusto chiamato TumorScan.

Un nuovo sistema per una migliore schermatura

"Sono ora convinto che se utilizzassimo il potente sistema IMSTAR per esaminare migliaia di cellule su tutti i campioni di test, avremmo un aumento significativo della prevedibilità complessiva rispetto al 93% dello studio originale del 2014" spiega la professoressa Diana Anderson.

Con un'analisi minima di 2.000 cellule per vetrino, rispetto a un massimo di 100 per i ricercatori nel 2014, il sistema è stato in grado di separare le persone con cancro da quelle in buona salute.

Verso una commercializzazione?

"Questo test è diverso dagli altri test universali sul cancro in fase di sviluppo perché non cerca un biomarcatore o una mutazione specifica, è un test generico per il cancro in un individuo, indipendentemente dal meccanismo sottostante. all'origine del suo cancro ", afferma il ricercatore.

IMSTAR accoglie inoltre con favore questa associazione con la tecnologia sviluppata dall'Università di Bradford e spera di poter presto commercializzare questa proiezione. "Per commercializzare un esame del sangue universale per il cancro, deve soddisfare una serie di criteri, tra cui elevata sensibilità e specificità, ed essere completamente automatizzato. I risultati dei test devono essere disponibili in 24 ore e ad un costo accessibile. Riteniamo che la combinazione dell'innovazione di Bradford e la competenza unica di IMSTAR abbiano dimostrato che TumorScan è in grado di soddisfare questi requisiti ", conclude la dott.ssa Françoise Soussaline, presidente di IMSTAR. Il vicepresidente dell'IMSTAR, il Dr. Michel Soussaline, ha confermato che l'azienda sta lavorando per la commercializzazione di questo test.

Video: Diabete, misurare la glicemia senza punture con Freestyle Libre (Dicembre 2019).