Fumo: 6 metodi efficaci per smettere di fumare

Un milione di fumatori ha smesso di fumare con successo nel 2017. Ecco alcuni metodi per aiutarti ad arrivarci.

Secondo i dati del Health Barometer 2017 pubblicato di recente, la prevalenza del fumo quotidiano è scesa dal 29,4% nel 2016 al 26,9% nel 2017, con un calo di 2,5 punti. Ciò corrisponde a un milione di fumatori in meno di un anno. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti a seguire questa tendenza.

1 / Passa alla sigaretta elettronica

Il ricercatore Matthew Carpenter ha studiato le sigarette elettroniche in termini di uso, comportamento e consumo di nicotina. Secondo i risultati, le persone che stavano svapando, fumavano in media il 37% in meno di sigarette rispetto ai fumatori nel gruppo di controllo e avevano maggiori probabilità di smettere definitivamente. "Le sigarette combustibili sono la forma più dannosa di rilascio di nicotina e la distribuzione alternativa di nicotina attraverso la sigaretta elettronica potrebbe ridurre significativamente il rischio di cancro e altre malattie per i fumatori", ha affermato Matthew Carpenter.

Il professor Bertrand Dautzenberg, pneumologo specializzato in tabacco presso l'Ospedale Salpêtrière di Parigi, è stato ospite del programma "Domande degli esperti" e ha risposto a tutte le domande dei nostri abbonati sull'uso di la sigaretta elettronica. Per rivedere questo spettacolo, clicca qui.

2 / Affidati ai sostituti della nicotina

Una sintesi di oltre cento studi ha dimostrato che questi sostituti della nicotina sarebbero efficaci. Patch, gengive, losanghe, gomme da masticare o inalatori possono alleviare i sintomi legati alla mancanza di nicotina. Ti impediranno irritabilità, nervosismo, ansia, depressione, problemi di concentrazione e disturbi del sonno.

3 / Metti da parte i soldi risparmiati

Per smettere di fumare, nulla sembra più efficace degli incentivi finanziari, secondo un nuovo studio pubblicato su Il New England Journal of Medicine. Qui, i ricercatori hanno diviso 6006 fumatori in quattro gruppi. Tutti sono stati informati sui vantaggi di smettere di fumare e motivati ​​durante l'esperienza incoraggiando i messaggi.
Il primo gruppo ha quindi ricevuto terapie farmacologiche gratuite, il secondo aiuti alle sigarette elettroniche gratuite e le terze terapie farmacologiche gratuite e la somma di 600 dollari alla fine dell'esperimento in caso di cessazione dello svezzamento. Infine, l'ultimo gruppo ha ricevuto aiuti gratuiti per lo svezzamento e il deposito di $ 600 su un conto all'inizio dell'esperimento con la minaccia di essere rimosso in caso di ricaduta.
Sei mesi dopo, i tassi di astinenza erano dello 0,1% nel gruppo di terapia farmacologica gratuita, dello 0,5% nel gruppo di sigarette elettroniche gratuite e del 2% nel gruppo di ricompensa e trattamento da $ 600. 2,9% nel gruppo di 600 dollari depositati su un conto all'inizio dell'esperimento. "Gli incentivi finanziari aggiunti alle indennità di svezzamento gratuite hanno comportato un tasso più elevato di astinenza dal fumo rispetto agli aiuti allo svezzamento gratuito", concludono gli autori.

4 / Essere radicali

Per smettere di fumare, il servizio informazioni sul tabacco consiglia di non fare le cose a metà strada. Idealmente, è necessario impostare una data di fine e attenersi ad essa. Dopo esserti fermato, evita assolutamente di prendere una sigaretta, anche una sola boccata. Sbarazzati di sigarette, accendini e posacenere. Chiedi al tuo entourage di non fumare in tua presenza e nelle prime settimane, evita i luoghi dove fumi.

5 / Stammi bene

Il desiderio di fumare aumenta gradualmente, raggiunge un "picco" e regredisce spontaneamente. Il forte desiderio di fumare non dura più di 5 minuti. Più passa il tempo, più queste voglie diminuiscono in numero e intensità, fino alla completa scomparsa.
Dobbiamo saperlo e trovare qualcosa che ci distrae da questo disco durante i minuti più rischiosi. Questo può essere gomma da masticare, fare una passeggiata, fare sport, giardinaggio, lasciare il tavolo dove si è seduti, ecc.

In Francia, il fumo rimane la principale causa di morte prevenibile, con circa 73.000 morti ogni anno. Può causare tumori multipli (polmone, gola, bocca, labbra, pancreas, reni, vescica, utero, esofago). Ma anche malattie cardiovascolari (infarto del miocardio, ictus, arterite degli arti inferiori, aneurismi, pressione alta) e disfunzione erettile.

Altre malattie sono correlate o aggravate dal fumo: gastrite, ulcere peptiche, diabete di tipo II, ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, eczema, psoriasi, lupus, infezioni ORL (naso - gola - orecchie) e degenerazione maculare dentale, cataratta e legata all'età (ARMD) può portare alla cecità. Per non parlare della parodontite, malattia gengivale che provoca allentamento e perdita dei denti.

6 / Adotta un gattino virtuale

Il Cancéropôle Lyon Auvergne Rhône-Alpes ha deciso di innovare e scommettere sulle nuove tecnologie per lo svezzamento del tabacco. Ha collaborato con lo studio Dowino a Lione per progettare Smokitten, il primo videogioco di comunità basato su smartphone con un simpatico gattino dipendente dal fumo.
Il principio di Smokitten è tanto semplice quanto efficace: per 222 giorni, il giocatore deve accompagnare il suo nuovo compagno nella sua lotta per smettere di fumare. L'obiettivo? Intrattenerlo con mini-giochi per dissuaderlo dal bruciarne uno ... Sul programma, lezioni di yoga, boxe o corsa, ma anche sessioni intense in cui si tratta di calmare il gattino delle sue crisi di ansia o bizze. Man mano che i livelli vengono sbloccati, il desiderio del piccolo gatto di fumare vola via e la sua salute migliora. Esistono altre applicazioni dello stesso tipo: "Quit Now", "Tobacco Info Service", "Stop-Tobacco", "Qwit" o "Smokerstop".

Perché lo svezzamento è più difficile per alcuni che per altri?

Ricercatori francesi hanno dimostrato che la mutazione di un gene potrebbe spiegare perché alcuni fumatori non riescono a smettere di fumare, anche dopo diverse cessazioni di fumo. Per Benoît Forget, ricercatore dell'Unità Integrativa di Neurobiologia dei Sistemi Colinergici (Institut Pasteur / CNRS) e autore principale dello studio, la dipendenza da nicotina può essere potenziata dalla mutazione del gene CHRNA5.

Il 35% degli europei e il 50% della popolazione del Medio Oriente sono portatori di questa mutazione genetica. In caso di ricaduta, è importante non sentirsi troppo in colpa e non scoraggiarsi. "Mettendo il dito su una specifica subunità di recettori nicotinici, possiamo considerare i modi terapeutici per immaginare un'azione molto mirata", proietta Benoît Forget.

Video: Vi spiego come smettere di fumare PER SEMPRE (Novembre 2019).