Levotirox: esistono altre alternative in caso di effetti collaterali violenti

Il dott. Magali Cocaul-André, endocrinologo a Parigi, è stato ospite del nostro programma Domande aux esperti mercoledì e ha risposto a tutte le domande dei nostri abbonati sui disturbi della tiroide. Dice che ci sono altri trattamenti per sostituire Levothyrox. Facciamo il punto.

Il dott. Magali Cocaul-André, endocrinologo all'ospedale Hotel Dieu di Parigi, è stato ospite del nostro spettacolo Domande agli esperti, che offre ai nostri abbonati l'opportunità di porre tutte le loro domande in forma anonima, direttamente e gratuitamente agli specialisti. Questo mercoledì lo spettacolo trattava i disturbi della tiroide, un problema di salute che colpisce milioni di francesi e lo scandalo di Levothyrox è stata la triste vetrina.

Infatti, l'ANSM ha identificato 17.000 effetti collaterali (aumento di peso, perdita di capelli, nausea, vertigini ...) dalla distribuzione della nuova formula nel marzo 2017. Se questi sintomi non sono insoliti nel tipo, sono in numero: lo 0,75% dei 2,3 milioni di pazienti trattati era preoccupato. Tuttavia, una dichiarazione dell'ANSM sui test di controllo dei tablet ha dichiarato lo scorso luglio che sono conformi. "Le analisi cromatografiche mostrano la presenza di quantità comparabili di levotiroxina tra la vecchia e la nuova formula, che non è sottodosata", ha detto l'agenzia. "Mostrano anche la presenza di destrotiroxina solo in tracce nel nuovo come nella vecchia formula, che è del tutto coerente con le specifiche previste".

"Abbiamo altre alternative"

Difficile spiegare il verificarsi di tutti questi effetti collaterali. Tuttavia, afferma il dott. Magali Caucol-Andre, esistono diversi trattamenti in caso di disturbi alla tiroide, quindi è perfettamente possibile sostituire Levothyrox. "Abbiamo altre alternative", spiega, aggiungendo che un altro trattamento è stato prescritto a pazienti che avevano manifestato effetti collaterali con la nuova formula. "Coloro che hanno tollerato bene la medicina, li abbiamo lasciati".

La crisi di Levothyrox deriva dalla mancanza di follow-up dei pazienti? "Niente affatto (...) È nostro dovere ascoltare ciò che i pazienti ci dicono, hanno tutti avuto tra 1 e 3 sintomi con la nuova formula di Levothyrox, penso che tu debba davvero ascoltarli". Secondo il dott. Cocaul-André, questi sintomi di intolleranza non derivavano da un problema di dose: "il loro record era perfetto", dice. "I loro tassi erano gli stessi con la vecchia e la nuova formula, quindi c'è qualcos'altro" per spiegare questi effetti collaterali. "Non ho la risposta", ammette.

Se rimane difficile spiegare il perché e come di questa intolleranza alla nuova formula di Levothyrox, il dott. Cocaul-André è rassicurante: ci sono alternative a Levothyrox. In caso di effetti avversi, si rivolga al medico, prescriverà un altro trattamento.

Video: CONOZCA los efectos adversos de la levotiroxina video 554 Dr Javier E Moreno R (Gennaio 2020).