Salute mentale dei bambini: la Francia sull'orlo del disastro

Secondo la Rete europea degli avvocati dei bambini, il 12,5% dei bambini e degli adolescenti soffre psicologicamente in Francia. Secondo il suo presidente, intervistato da "Le Parisien", ciò è spiegato da una "carenza significativa di psichiatri infantili" nel paese.

La Francia "sull'orlo del disastro" per quanto riguarda la salute mentale dei giovani. Mercoledì 19 settembre, in occasione della riunione annuale, la Rete europea dei difensori dei minori ha pubblicato un preoccupante sondaggio. da Il parigino chi ne aveva accesso, nell'Esagono quasi il 12,5% dei bambini e degli adolescenti soffre di psichismo. Secondo Geneviève Avenard, presidente dell'Istituto intervistato dal quotidiano, questa situazione allarmante è spiegata da una "significativa carenza di psichiatri infantili" nel paese.

"La densità media è di soli 15 psichiatri infantili per 100000 giovani sotto i 20 anni con grande disuguaglianza territoriale (...) In alcune aree, ci sono ancora più specialisti o ricercatori di insegnamento. Gli psichiatri infantili non possono più essere formati ", spiega. E questa carenza porta ad un tempo di attesa troppo lungo per alcuni bambini che dovrebbero essere trattati immediatamente.

Questa situazione porta a molti abusi, denuncia l'avvocato bambino, anche assistente del difensore dei diritti Jacques Toubon. "Ci rendiamo anche conto che alcuni adolescenti dai 15 ai 16 anni che hanno bisogno di essere ricoverati in psichiatria si trovano negli stessi servizi degli adulti! Lo denunciamo. Non è il loro posto", dice. lei, avvisando: "Siamo sull'orlo del disastro".

Un'altra area di preoccupazione per la Rete europea dei difensori dei minori è un aumento dell'uso di medicinali da parte dei giovani. "Non sono contrario, sono utili per calmare le ansie, per combattere la depressione, l'iperattività, i disturbi mentali. Ma è anche la struttura. Non vogliamo che l'assunzione di droghe venga effettuata a scapito di "un approccio terapeutico ed educativo", spiega Geneviève Avenard, che preferirebbe scommettere sul sostegno.

"Il paese europeo in cui l'offerta di cure nella psichiatria infantile è la più bassa"

Ad aprile, un'inchiesta francese aveva già indicato la mancanza di psichiatri infantili in Europa e negli Stati Uniti. "I problemi di salute mentale tra i giovani stanno diventando uno dei maggiori problemi di salute pubblica del 21 ° secolo.esimosecolo ", ha osservato lo studio.

In Francia, un rapporto informativo del Senato pubblicato nel 2017 il La situazione della psichiatria giovanile in Francia ha informato che tra il 1991 e il 2003 il numero di minori di età inferiore ai 15 anni osservati almeno una volta all'anno nelle intercettazioni della psichiatria infantile è aumentato di oltre l'80%. Questo aumento è continuato fino al 2014 del 22%.

Tuttavia, a seconda della regione, c'è una carenza tra il 7 e il 41% di professionisti qualificati per soddisfare la domanda. "Siamo il paese europeo in cui l'offerta di cure nella psichiatria infantile è la più debole dal punto di vista dei professionisti", ha denunciato nel suo rapporto Marie-Rose Moro, fondatrice e presidente dell'Associazione internazionale EthnoPsychanalyse Missione per il benessere e la salute dei giovani pubblicato a novembre 2016.

Di fronte a queste grida di allarme da parte dei professionisti del settore, il Ministero della Salute ha annunciato a fine giugno una serie di misure a favore del follow-up psichiatrico dei giovani. Pertanto, Agnès Buzyn ha in programma di lanciare in tre regioni un esperimento per indirizzare i giovani dagli 11 ai 25 anni alle consultazioni di psicologi supportati dall'assicurazione sanitaria, dopo una valutazione dei medici di medicina generale. A seguire ...