Depressione e ketamina: valutazione del rischio di dipendenza prima di generalizzare il trattamento

L'efficacia della ketamina contro la depressione potrebbe derivare dalla sua interazione con il sistema oppioide del cervello. Dati da prendere con cautela, dati i rischi di dipendenza.

Una nuova ricerca, pubblicata in L'American Journal of Psychiatry, ha studiato se "l'antagonismo del recettore degli oppioidi prima della somministrazione endovenosa di ketamina attenua i suoi effetti antidepressivi o dissociativi attivi *". In altre parole, gli scienziati volevano sapere se l'efficacia della ketamina contro la depressione derivava dalla sua interazione con il sistema oppioide del cervello.
Il sistema oppioide controlla il dolore, la ricompensa e i comportamenti di dipendenza. Finora, l'efficacia della ketamina contro la depressione resistente è stata attribuita alla sua azione sul sistema del glutammato del cervello, che è coinvolto nell'apprendimento e nella memoria.

Infusione endovenosa

Una dozzina di adulti con depressione resistente al trattamento hanno partecipato allo studio. Un primo gruppo di controllo ha ingerito placebo prima di un'infusione endovenosa di 0,5 mg / kg di ketamina. Il secondo paziente ha assunto 50 mg di naltrexone prima di un'infusione endovenosa di 0,5 mg / kg di chetamina.
La risposta ad entrambi i trattamenti è stata valutata sulla scala di valutazione della depressione di Hamilton (HAM-D). Le riduzioni dei punteggi HAM-D a 6 e 17 punti nei partecipanti al trattamento con ketamina e naltrexone erano significativamente inferiori rispetto a quelle nei partecipanti al trattamento con ketamina e placebo uno e tre giorni dopo l'infusione.

Sette dei 12 pazienti hanno visto diminuire i sintomi depressivi di almeno il 50% al giorno dopo aver assunto la ketamina da sola. Al contrario, coloro che hanno ingerito il naltrexone hanno sperimentato per la prima volta "praticamente nessun effetto", afferma Carolyn Rodriguez, uno degli autori dello studio e assistente professore di psichiatria e scienze comportamentali a Stanford. Poiché il naltrexone ha bloccato in modo drammatico l'antidepressivo, ma non gli effetti dissociativi della ketamina, il test è stato sospeso nell'analisi intermedia.

Dipendenza

"I risultati suggeriscono che l'effetto antidepressivo acuto della ketamina richiede l'attivazione del sistema oppioide", affermano i ricercatori. "Pensiamo che la ketamina si comporti come un oppioide", afferma Alan Schatzberg, uno degli autori dello studio e professore di psichiatria e scienze comportamentali a Stanford. "Ecco perché ottieni questi effetti rapidi." Stiamo parlando di alcune ore qui, in cui gli antidepressivi convenzionali come Prozac possono impiegare settimane per funzionare.
Inizialmente, la ketamina è un anestetico spesso usato in caso di emergenza. Viene anche deviato come droga ricreativa. Attualmente, nessun paese consente la ketamina per il trattamento della depressione. L'unico modo per ricevere questo trattamento è partecipare a un protocollo di ricerca. Attenzione però, questi risultati suggeriscono che l'assunzione di ketamina per la depressione potrebbe portare alla dipendenza. La nuova ricerca è quindi imperativa.

Il 30% dei pazienti non risponde al trattamento

Il 30% dei pazienti con depressione maggiore non risponde al trattamento (oltre 5,3 milioni di persone solo negli Stati Uniti). L'OMS (Organizzazione mondiale della sanità) stima che i disturbi depressivi siano il principale fattore mondiale di morbilità e disabilità. Pertanto, ci sono più di 300 milioni di persone che soffrono di depressione nel mondo, con un aumento di oltre il 18% rispetto al 2005.

La depressione è una malattia che colpisce tutte le età, dall'infanzia alla vita molto avanzata. Il 7,5% dei 15-85 anni avrebbe avuto un episodio depressivo, con una prevalenza doppia rispetto alle donne rispetto agli uomini (fonte: National Institute for Prevention and Health Education). La prevalenza dei disturbi depressivi è stimata tra il 2,1 e il 3,4% nei bambini e il 14% negli adolescenti.

* perdita della sensazione fisica del proprio corpo, vale a dire una coscienza / corpo disconnessione.

Video: Il cervello e la droga: la ketamina (Gennaio 2020).