Onda di calore: come proteggersi dal caldo questa settimana?

Le temperature raggiungeranno i 37 gradi questa settimana in alcune parti della Francia. L'ondata di caldo di livello 3 è stata attivata nell'Ile-de-France. Come proteggersi efficacemente dalle alte temperature?

Le alte temperature sono annunciate questa settimana in tutto il paese con un mercurio che si avvicina ai 35-37 gradi in alcune aree. L'ondata di caldo di livello 3 è stata attivata nell'Ile-de-France. Come affermato dal Canale meteorologico, "l'istituzione di questo livello è giustificata dal disagio creato dal calore duraturo e dal picco di inquinamento, anche se le soglie delle ondate di calore saranno raggiunte nell'Ile-de-France, o a malapena raggiunto a Parigi ".

Fino a 37 gradi nel sud-est

Météo France annuncia "temperature minime generalmente comprese tra 15 e 20 gradi, 21-23 gradi sull'orlo del Mediterraneo e massime spesso superiori a 30 gradi, da 30 a 34 gradi su 3/4 del paese, 21 a 27 vicino al Canale e sulla punta bretone e salendo fino a 35/36 gradi nella bassa valle del Rodano, in Provenza, e localmente in Linguadoca-Rossiglione ". Precisamente, la temperatura supererà i 30 gradi in Alvernia-Rodano-Alpi, Borgogna, Grand-Est, nonché nell'Ile-de-France e nella Nuova Aquitania. Mercoledì sarà anche di 30 gradi nella maggior parte del paese, fino a 34/35 tra Perpignan e Montpellier e 37 gradi nel sud-est.

Ile-de-France e #Paris: è stato attivato il livello 3 del piano #canicle. Informazioni qui: //t.co/PYj2sMGhhk pic.twitter.com/UUZZ2yvtcn

- The Weather Channel (@lachainemeteo) 24 luglio 2018

Nel 2003, l'ondata di caldo ha causato 70.000 morti in Europa, inclusi 20.000 morti nella sola Francia. Tra il 2004 e il 2014 sono state identificate 196 ondate di calore a livello dipartimentale. Una mortalità in eccesso inferiore al 10% è stata osservata per la maggior parte di essi, ma una mortalità in eccesso di quasi il 40% è stata osservata per altre ondate di calore.

Il loro impatto totale è significativo: 1.562 decessi in tutti i periodi di superamento delle soglie, la maggior parte è stata osservata nel 2006. "Nei prossimi anni, la proliferazione delle ondate di calore, che sembra inevitabile, incoraggia l'inclusione della prevenzione. in un approccio più ampio all'adattamento ai cambiamenti climatici ", osserva l'analista di Public Health France Vérène Wagner.

L'ondata di caldo e gli anziani

Come i bambini, i nostri anziani sono più facilmente disidratati, con conseguenze che possono essere fatali. Più le persone anziane sono, più diminuisce il loro "approvvigionamento idrico". Se la quantità media di acqua contenuta in un organismo adulto è del 65%, dopo 60 anni il suo contenuto totale di acqua corporea è solo del 52% per gli uomini e del 46% per le donne. Inoltre, con l'età, la difficoltà a bere o ad accedere alle bevande a causa di problemi di mobilità, disturbi visivi, comprensione e comunicazione sono anche fattori importanti in termini di rischio di disidratazione.

L'importanza dell'idratazione

Pertanto, è necessario educare continuamente le persone anziane sulla necessità di bere acqua, anche se non hanno sete. È anche importante creare rituali durante il giorno: un bicchiere d'acqua all'alba e al tramonto, un passaggio ogni ora in caso di ondata di calore e una bottiglia d'acqua di piccola capacità su se stessi per facilitarne il trasporto .
Per il resto della popolazione, è anche consigliabile rimanere idratati, bagnare il corpo e ventilarlo, non bere alcolici, mangiare abbastanza, mantenere la casa fresca chiudendo le persiane della giornata. come di notte e non praticare esercizio fisico. Se mai l'esposizione al calore e al sole viene forzata, come quando si lavora all'aperto, è indispensabile proteggere la testa con un cappello e una pelle con protezione solare. Qualsiasi disagio deve comportare la cessazione dell'attività.

Come fare sopra i 38 ° C?

In media, raccomandiamo 30 ml di acqua per chilo di peso corporeo, ovvero da 1 litro a 1,5 litri di acqua, più acqua da alimenti come frutta e verdura (che portano in media 1 litro di acqua). acqua al giorno). A questo si deve aggiungere mezzo litro in più al giorno, per ogni grado sopra i 38 ° C. Questo può essere fatto con acqua ricca di sodio, brodo salato, zuppa di verdure o succo di frutta (che fornisce potassio).

I primi segni di disidratazione sono discreti, a parte la sete. Di solito c'è agitazione, occhi più infossati, una sensazione di secchezza delle fauci. La grave disidratazione ha più sintomi: pelle secca e fredda, che manca di flessibilità (si forma una piega che si mantiene quando la pelle viene leggermente pizzicata tra due dita); mal di testa, vertigini, malessere, letargia; aumento della frequenza cardiaca; debolezza o apatia o, al contrario, agitazione. Nei neonati osserviamo anche: gemiti; un bambino meno reattivo, difficile da svegliare; occhiaie sotto gli occhi; respirazione veloce.

Video: ANZIANI E CALDO (Gennaio 2020).