Suicidio: come evitare la recidiva dopo una visita al pronto soccorso

In oltre la metà degli Stati Uniti, il numero di persone che si uccidono è aumentato del 30% tra il 1999 e il 2016. Di fronte a questo fenomeno, la ricerca sta cercando di far fronte.

Negli Stati Uniti, il suicidio è diventato un grave problema di salute pubblica. In oltre la metà degli stati degli Stati Uniti, il numero di persone che si uccidono è aumentato del 30% tra il 1999 e il 2016. Due anni fa, 45.000 americani hanno terminato la propria vita, più della metà con armi da fuoco (fonte: Center for Disease Control and Prevention.)
Di fronte a questo fenomeno, la ricerca sta cercando di far fronte. Un nuovo studio, pubblicato in la Jama, voleva vedere se un migliore follow-up dei pazienti ricoverati in ospedale a seguito di un tentativo o idee nere potessero ridurre le loro tendenze suicide.

Intervento di pianificazione della sicurezza

I ricercatori hanno costituito una coorte di pazienti di età pari o superiore a 18 anni, tutti ricoverati in ospedale in caso di emergenza a seguito di un problema associato al suicidio (recitazione, pensieri neri, ecc.). Si sono assunti da nove diversi dipartimenti di emergenza e hanno seguito i pazienti per 6 mesi. Su un totale di 1640 pazienti, 1186 erano nel gruppo di intervento e 454 nel gruppo di controllo. I pazienti nel gruppo di intervento avevano un'età media di 47,15 anni.
I pazienti nel gruppo di intervento hanno ricevuto un IPS (Safety Planning Intervention) e un follow-up telefonico dopo la dimissione dall'ospedale (sono stati chiamati almeno due volte). Di conseguenza, "IPS è stato associato con il 45% in meno di comportamenti suicidari, riducendo la probabilità di comportamenti suicidari di circa la metà in un periodo di 6 mesi." I pazienti che sono stati trattati per la procedura hanno anche raddoppiato le loro possibilità di partecipazione. almeno una consultazione esterna sulla salute mentale ", affermano gli scienziati.

Follow-up telefonico strutturato

L'IPS consiste nello stabilire un elenco scritto con il paziente per aiutarlo a combattere i suoi impulsi suicidi. Gli elementi dell'IPS includono: a) riconoscimento dei segnali di allarme di una crisi suicida imminente; (b) l'uso di strategie interne di coping; (c) l'uso di contatti sociali e circoli sociali come mezzo per distrarre i pensieri suicidi; d) uso di familiari o amici per aiutare a risolvere la crisi; e) comunicazione con professionisti o agenzie di salute mentale; e (f) la restrizione dell'accesso a mezzi letali.
"L'intervento di pianificazione della sicurezza, associato a un follow-up telefonico strutturato, è una strategia di prevenzione del suicidio molto efficace, che sarebbe utile per istituire servizi di emergenza negli Stati Uniti", concludono gli autori. Le persone viste al pronto soccorso per tentato suicidio hanno un rischio molto elevato di recidiva, soprattutto entro 12 mesi dalla loro visita in ospedale. Sono circa 200 volte più probabili di altri.

8.885 decessi per suicidio sono stati ufficialmente registrati nella Francia metropolitana nel 2014. Un dato elevato, ma in calo di quasi un quarto (-26%) rispetto al 2003, il che conferma un declino della tendenza iniziato nel 1985.

Video: Il trapianto del pene dopo lamputazione - Prof. Salvatore Sansalone (Gennaio 2020).