Febbre e Doliprane nei bambini: buone abitudini da adottare

Frequente nei bambini, la febbre è una reazione naturale del corpo. Tuttavia, non dovrebbe essere preso alla leggera. Ecco le buone abitudini da adottare quando un bambino ha la temperatura.

Un motivo frequente per la consultazione medica e una fonte di ansia per i genitori, la febbre nei bambini può essere impressionante, specialmente se è accompagnata da un cambiamento nel comportamento. Mentre di solito è pieno di vita, tuo figlio è scontroso, stanco, non gioca più, non ha appetito o addirittura si lamenta del mal di testa.

Febbre nei bambini

Va ricordato che la febbre non è una malattia, ma un segno di malattia: indica che il corpo di tuo figlio sta combattendo un'infezione vitale o batterica. Un segno di difesa del suo sistema immunitario, può tuttavia essere fonte di disagio.

In questo caso, è necessario adottare alcuni buoni gesti per alleviarlo. L'Alta Autorità per la salute (HAS) raccomanda:

- offrirgli spesso da bere;

- non coprire eccessivamente il bambino;

- non aumentare la temperatura della stanza.

Una volta raccomandato, un bagno fresco o avvolgersi in una biancheria fresca non è più raccomandato ai genitori. Il loro effetto è considerato modesto e transitorio e può aumentare il disagio del bambino. Se quest'ultimo richiede un bagno, la temperatura dell'acqua non deve essere inferiore a 37 ° C.

Quale gestione dei farmaci nei bambini?

Come promemoria, si ritiene che un bambino abbia la febbre quando la sua temperatura corporea supera i 38 ° C e un farmaco viene considerato da 38,5 ° C. Tuttavia, non è sistematico, soprattutto se il bambino ha la febbre.

In caso di disagio, il trattamento di riferimento è il paracetamolo, il cui dosaggio raccomandato è di 60 mg / kg / giorno, da dividere in 4 o 6 dosi, ovvero circa 15 mg / kg ogni 6 ore (ritardo minimo di 4 ore tra due colpi). In caso di controindicazione al paracetamolo, è possibile l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS): ibuprofene nei bambini di età superiore ai 3 mesi e ketoprofene nei bambini di età superiore ai 6 mesi. Non combinare due FANS.

Il dosaggio raccomandato è generalmente:

- ibuprofene: da 20 a 30 mg / kg / die in 4 dosi;

- ketoprofene: 0,5 mg / kg / dose, non superiore a 2 mg / kg / giorno, in 3 o 4 dosi.

Un intervallo di 6 ore deve generalmente essere rispettato tra due colpi.

La visita medica

Sul suo sito web Ameli.fr, l'assicurazione sanitaria consiglia di consultare urgentemente in caso di febbre nei bambini nei seguenti casi:

- Se il bambino ha una temperatura elevata (superiore a 40 ° C);

- uno stato generale che è degradato (non mangia più, rifiuta di bere, ha sonno, le sue grida sono deboli, la sua pelle è marmorizzata);

- forte mal di testa, torcicollo, vomito;

- disidratazione (mucose secche, urine meno frequenti ...);

- mal di stomaco e diarrea pesante;

- respirazione difficile (respiro veloce e corto, pause respiratorie, respiro irregolare, segni di difficoltà respiratoria: restringimento delle narici, spazi tra le costole e sopra le clavicole scavate).

Si consiglia inoltre di consultare durante il giorno se:

- un bambino di età inferiore a 3 mesi ha la febbre;

- il bambino è seguito per una malattia cronica (ad esempio: diabete, fibrosi cistica) e ha la febbre;

- il bambino ha frequenti episodi di febbre;

- la febbre persiste per più di due giorni in un bambino di età inferiore a 2 anni e per più di tre giorni in un bambino di età superiore a 2 anni;

- la febbre riappare quando è scomparsa per più di 24 ore;

- la febbre persiste nonostante il trattamento prescritto;

- la febbre è accompagnata da qualsiasi altro sintomo che preoccupa;

- il bambino ha convulsioni febbrili. Questo può essere molto spettacolare ma non farti prendere dal panico inutilmente. In generale, la crisi non si riproduce e non ha conseguenze sul cervello.

Video: Paracetamolo Tachipirina. Parliamo del farmaco. (Aprile 2020).