Dengue: Reunion attiva il livello 4 del piano Orsec, l'ultimo passo prima dell'epidemia di massa

Il 10 luglio, il prefetto di Reunion ha attivato il livello 4 del piano Orsec che prevede una maggiore mobilitazione e prevenzione contro la zanzara tigre.

L'epidemia di dengue si sta intensificando in Reunion. La situazione è tale che il 10 luglio il prefetto dell'isola ha attivato il livello 4 del piano Orsec, che prevede una maggiore mobilitazione e prevenzione contro il vettore di zanzare tigre della malattia. A titolo indicativo, il livello 4 di questo dispositivo è l'ultimo livello prima della transizione a "epidemia di massa", che prevede l'intervento del reggimento del servizio militare adattato (RSMA).

In totale dall'inizio dell'anno, sono stati diagnosticati 5.970 casi di dengue e 124 pazienti sono stati ricoverati in ospedale. "I medici ricevono in consultazione molti pazienti con sintomi di febbre dengue, spiega a AFP Luce Menudier, epidemiologo della cellula di intervento nella regione (CIRE) Public Health France. Siamo a più di 18.000 consultazioni sulla dengue ". "Vi è anche una crescente dispersione del numero di casi sull'isola, in particolare nel nord e nel sud", ha affermato Marie-Amelie Vauthier-Bardinet, direttore di gabinetto del Prefetto della Riunione.

Dengue, da un paese all'altro

"Sebbene casi sporadici di dengue autoctona siano stati segnalati in Reunion in precedenza, la crescita dei casi dall'inizio del 2018 non ha precedenti", afferma l'OMS, "Reunion Island è una destinazione turistica popolare e la probabilità di L'introduzione del virus della dengue nei paesi terzi è aggravata dall'attuale epidemia ".

Infatti, la zanzara tigre è infettata dalla febbre dengue (Zika o Chikungunya) pungendo una persona malata, porta il virus e lo trasmette secondariamente alle persone non immuni durante il prossimo morso. Pertanto, viene generato un ciclo di trasmissione autoctona che può essere all'origine di uno o più focolai. Allo stesso modo, può andare da un paese all'altro con una facilità spaventosa. Di recente, un caso è stato diagnosticato nella Francia metropolitana vicino a Bordeaux.

Dengue, o "influenza tropicale"

La dengue, chiamata anche "influenza tropicale", è una febbre emorragica tropicale legata a un arbovirus, trasmessa solo dal morso di una zanzara tigre femmina. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) stima che ci siano 50 milioni di casi annuali in tutto il mondo, inclusi 500.000 casi di dengue "emorragici", che sono fatali in oltre il 2,5% dei casi . La febbre dengue è inizialmente presente nelle aree tropicali e subtropicali del mondo.

I sintomi si manifestano dopo 3-4 giorni (in media 4-7 giorni) dopo il morso infettivo. La malattia simil-influenzale si manifesta nei neonati, nei bambini piccoli e negli adulti. Non esiste un trattamento specifico. Mentre la febbre emorragica della dengue è una complicazione pericolosa per la vita, la diagnosi clinica precoce e la rapida gestione clinica spesso salvano vite umane.

Come sottolinea l'Organizzazione per la salute (OMS), "oltre il 70% del carico di malattia nel sud-est asiatico e nel Pacifico occidentale si trova in America Latina e nei Caraibi. Sia l'incidenza che la gravità della malattia sono aumentate rapidamente negli ultimi anni e anche l'Africa e il Mediterraneo orientale hanno registrato più focolai nell'ultimo decennio. "

Le raccomandazioni delle autorità

Le autorità sanitarie raccomandano che le persone che viaggiano verso Reunion si proteggano dalle punture di zanzara, anche durante il giorno, usando repellenti per la pelle e gli indumenti e indossando abiti lunghi e larghi.

"Se una persona presenta segni indicativi di febbre dengue entro sette giorni dal ritorno a casa (dolori articolari, dolori muscolari, mal di testa, eruzione cutanea con o senza febbre, congiuntivite), deve consultare un medico e continuare a proteggere dalle punture di zanzara, anche se possibile utilizzando una zanzariera, in modo da non trasmettere la malattia nella Francia continentale, se la zanzara tigre è presente nel dipartimento ", consiglia il Ministero della Salute.

Come distinguere una zanzara tigre?

Sappi già che la zanzara tigre è più piccola di un pezzo di 1 centesimo: è solo di pochi millimetri e ha un volo abbastanza lento che può schiacciarlo in volo. Se dai un'occhiata più da vicino, vedrai che è nero con strisce bianche sulle zampe e sull'addome, che gli dà il soprannome di zanzara tigre.

"Tutti, modificando il loro comportamento e adottando gesti semplici e senza complicazioni, possono partecipare alla lotta contro la proliferazione delle zanzare tigre e aiutare a prevenire l'introduzione di dengue, chikungunya o zika nella Francia continentale. è molto importante rimuovere l'acqua stagnante, che consente l'allevamento delle zanzare, intorno alla sua casa ", raccomanda il governo.

In effetti, una volta nata in piccoli cottage (piante che trattengono l'acqua), la zanzara tigre era in grado di colonizzare facilmente tutti i tipi di alloggi larvali che l'ambiente urbano e peri-urbano offre come tazze sotto i vasi di fiori, annaffiatoi, vecchie gomme, grondaie intasate ... La migliore soluzione per proteggersi è svuotare tutti questi piccoli "serbatoi d'acqua" o rinnovarli almeno una volta alla settimana.