Rimanere fedele al proprio medico ti permetterebbe di vivere più a lungo

Le persone fedeli ai loro medici vivono più a lungo di quelle che cambiano il loro praticante in base alle stagioni ...

Rimanere fedele al proprio medico ti permette di vivere più a lungo? Alla domanda del genere, la domanda sembra un po 'caricaturale. Eppure questo è ciò che i ricercatori dell'Università di Exeter, in Inghilterra, hanno cercato in un articolo pubblicato di recente in BMJ Open. E la risposta sembra essere positiva.

I ricercatori hanno esaminato le pubblicazioni degli ultimi 20 anni, per mantenere i 22 studi, principalmente dall'Europa o dal Nord America, che hanno esaminato il legame tra mortalità e continuità delle cure. Il concetto di continuità di cura è qui per ascoltare in un senso molto specifico: è il fatto di consultare regolarmente lo stesso medico, piuttosto che cambiare il medico in base al vento. In una parola, rimani fedele al tuo medico (e viceversa).

Infedele fino alla morte

Nonostante la diversità degli studi selezionati, la stragrande maggioranza (82%) ha riportato una significativa riduzione della mortalità dei pazienti con una relazione piuttosto esclusiva con il proprio medico. D'altra parte, mentre la maggior parte degli studi si concentrava su medici di medicina generale, alcuni hanno anche coinvolto specialisti, come psichiatri o chirurghi.

Uno degli studi selezionati, pubblicato nel 2013 da ricercatori francesi, mostra ad esempio che i pazienti con disturbi mentali hanno una possibilità molto migliore di sopravvivenza a tre anni quando rimangono fedeli allo stesso psichiatra rispetto a quando tendono a cambiare. . (In psichiatria, il rischio di vita è spesso suicida.)

Naturalmente, tali risultati possono essere spiegati in molti modi. Ci sono mille ragioni per cui un paziente con una relazione stabile con il suo medico potrebbe vivere più a lungo, iniziando con una vita più stabile e quindi un livello socioeconomico più elevato. Ma è anche molto plausibile che una relazione stabile con un buon medico - o considerata come tale - contribuisca semplicemente a migliorare la salute.

Seguimi, ti seguo

Gli studi suggeriscono che un paziente in una relazione a lungo termine con il proprio medico tende a seguire meglio i trattamenti offerti, compresa la prevenzione: mantenere aggiornati i vaccini, non fumare, monitorare la propria dieta ... altrove, i pazienti sono più coinvolti quando sono fiduciosi e quindi hanno maggiori probabilità di beneficiare di cure mediche adeguate.

In un articolo pubblicato sul sito Web di Forbes (in inglese), il medico e editorialista americano Bruce Y. Lee paragona il medico a un coniuge. "Tesoro, prima che compriamo la nostra casa, potresti ricordarmi il tuo nome e le tue responsabilità?" Chi può immaginare una situazione del genere? Eppure è comune negli Stati Uniti, dove le reti di assistenza private hanno preso il comando della medicina.

In breve, ama il tuo medico come se la tua vita dipendesse da questo. Questo è senza dubbio il caso.