Uno stile di vita sano riduce i rischi cardiovascolari e diabetici

Un nuovo studio mette in prospettiva i diversi patrimoni genetici, i rischi cardiovascolari e diabetici e le abitudini di salute di ciascuno.

Le cattive abitudini di salute sono associate ad analoghi aumenti del rischio di malattie cardiovascolari e diabete nelle persone con vari livelli di rischio genetico? È a questa complessa domanda che abbiamo cercato di rispondere ai cardiologi Abdullah Said, Niek Verweij e Pim van der Harst. Il loro lavoro è appena stato pubblicato nel JAMA Cardiology.
I fattori genetici e lo stile di vita contribuiscono entrambi al rischio di sviluppare malattie cardiovascolari o diabete, ma non era noto fino ad oggi se stili di vita non sani fossero associati a un simile aumento del rischio nei soggetti a rischio genetica di diversa intensità.

339.003 persone

Il rischio genetico di sviluppare malattie cardiovascolari o diabete è classificato come basso, intermedio o alto. "Uno stile di vita sano" implica una dieta equilibrata, l'esercizio fisico e il non consumo di prodotti che creano dipendenza come alcol o tabacco.
In questo studio, la coorte comprendeva 339.003 persone, di età compresa tra 40 e 70 anni (media: 56,86 anni). Il 53,6% erano donne. I dati sono stati analizzati da aprile 2006 a marzo 2015. Durante il follow-up, 9771 dei 339.003 individui partecipanti (3%) hanno sviluppato malattia coronarica, 7095 di 333.637 (2,1%) hanno sviluppato fibrillazione atriale, 3145 di 332.971 (0,9%) ha sviluppato ictus, 11.358 di 234.651 (4,8%) hanno sviluppato ipertensione e 4379 di 322.014 (1,4%) hanno sviluppato diabete.

Tutti devono adottare uno stile di vita sano

Sulla base di questi risultati, i ricercatori hanno concluso che "uno stile di vita sano è associato a un minor rischio di malattie cardiovascolari e diabete" in "una proporzione comparabile" in pazienti con suscettibilità genetica bassa, intermedia o alta. malattie cardiovascolari e diabete. La conclusione alla spinosa domanda dell'inizio è in definitiva molto semplice: tutti devono adottare uno stile di vita sano per ridurre al minimo il rischio di malattie cardiovascolari o diabetiche, qualunque sia il loro background genetico.
In Francia, le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte tra le persone con più di 65 anni, con 150.000 morti ogni anno. Le malattie cardiovascolari comprendono la malattia coronarica, che colpisce i vasi coronarici che forniscono il muscolo cardiaco; malattie cerebrovascolari che colpiscono le navi che riforniscono il cervello; malattie arteriose periferiche, che colpiscono le arterie delle braccia e delle gambe; cardiopatia reumatica, causata da febbre reumatica, causata da streptococco; difetti alla nascita cardiaca e infine trombosi venose.

Malattia cronica

In Francia, il diabete colpisce quasi 3,3 milioni di persone, ovvero il 5% della popolazione (dati dell'Istituto per la sorveglianza della salute pubblica, 2015). Il diabete è una condizione cronica che si verifica quando il pancreas non produce abbastanza insulina o quando il corpo non è in grado di utilizzare efficacemente l'insulina che produce. Ciò si traduce in glicemia alta (glicemia): si chiama iperglicemia.