La difficile lotta contro la droga contro il morbo di Alzheimer

Fermare il rimborso dei farmaci per l'Alzheimer lascia malati, famiglie e dottori sconvolti. Perché ora non esiste una risposta terapeutica per alleviare l'angoscia naturale causata da questa malattia. Soprattutto dal momento che lo sviluppo di nuovi farmaci richiede la ricerca di pazienti nelle prime fasi della malattia; una sfida estremamente complicata

Le medicine preventive hanno sempre affascinato i medici ... non i futuri pazienti. È un conflitto che potrebbe essere messo in relazione all'etica, se la società moderna non richiedesse sempre ulteriori ricerche. Ma la soluzione è forse in una precisa informazione della posta in gioco. L'esempio più noto è quello dell'aspirina. Questa medicina da più di un secolo ha affascinato i medici, prima di renderci conto del vero pericolo della sua assunzione sconsiderata. Ma negli anni cinquanta, a seguito della scoperta del suo effetto preventivo di infarto miocardico, usando la sua capacità di diluire il sangue e l'ipotesi che potesse anche prevenire i polipi, quindi il cancro intestinale, Si è posta la domanda di usarlo ampiamente tra le persone sane per una vasta operazione di prevenzione. Di fronte agli scudi - già in nome dell'etica - i medici americani hanno avuto una reazione coraggiosa prestandosi a uno studio gigantesco per scoprirlo. I risultati sono stati pubblicati dopo 20 anni. Sfortunatamente negativo.

Ma l'invidia di coloro che si preoccupano, quelli che pianificano, rimane intatta. E la malattia che spaventa di più i francesi, torna alla ribalta. Di fronte alla vera "epidemia" della malattia di Alzheimer, a causa del calo dell'aspettativa di vita e soprattutto della mancanza di un trattamento davvero efficace, c'è la questione del trattamento di coloro che "potrebbero" essere a rischio di Alzheimer.

Chi è a rischio di Alzheimer?

Questo è dove il problema diventa spinoso.
La ricerca potrebbe essere desiderosa di comprendere meglio questo flagello, ci sono poche certezze. La traccia genetica è seria. Sappiamo, ad esempio, che esiste una forma ereditaria molto rara - il 2% dei casi - ma non esiste un semplice test per sapere se la minaccia è reale o addirittura seria.
Tuttavia, coloro che cercano di attuare il trattamento lamentano che gli studi sono solo per i pazienti in una fase in cui non è possibile evidenziare alcun miglioramento. Chiaramente, lo sviluppo di un farmaco passa attraverso un primo passo nelle persone sane, solo per evidenziare possibili effetti collaterali indipendenti della malattia, quindi dopo nei pazienti con diagnosi, quelli in cui conosciamo che probabilmente è già troppo tardi.
I medici hanno bisogno di persone in buona salute per dimostrare l'efficacia precoce di questi nuovi trattamenti.

In buona salute ma a rischio di malattia

Bisogna immaginare la diteggiatura di questi medici per reclutare persone alle quali deve essere annunciato che la probabilità di soffrire di questa malattia è importante. Eppure oggi è tecnicamente possibile. La medicina moderna conosce la minaccia e possiamo essere sorpresi dalla riluttanza delle istituzioni ma anche dall'opinione di un fenomeno inevitabile. Perché il problema può sembrare semplice. O la persona non svilupperà l'Alzheimer e i rischi sono solo quelli del farmaco - perfettamente controllati - o sviluppa la malattia ma in seguito, se mai, se questo nuovo trattamento è efficace. Sul semplice ragionamento logico si potrebbe ritenere che trovare candidati non sia complicato considerando il numero di persone che svilupperanno la malattia ... In pratica non è così semplice reclutare persone che potrebbero sviluppare la malattia in 10 a 15 anni, perché è questo ritardo che è il più interessante per dimostrare l'efficacia dei trattamenti. Aggiunto l'eterno problema di vivere con sopra la sua testa, la spada della diagnosi di Damocle.

L'esempio della Corea di Huntington

La medicina conosce questo dilemma con la Corea di Huntington.
Anche se non esiste una malattia simpatica, con la corea di Huntington, si arriva al fondo dell'orrore di una diagnosi medica. Movimenti anomali e deterioramento mentale?
Soffrire della malattia di Huntington significa soffrire di una rara malattia ereditaria, che in precedenza era chiamata la "danza del santo ragazzo" a causa dei movimenti incontrollati che questa degenerazione del cervello provoca. Movimenti strani, ma anche progressivo deterioramento intellettuale. Prima irritabilità o depressione, poi gradualmente, una totale scomparsa dei rapporti con l'esterno. Anche se agli specialisti non piace il confronto, è difficile non pensare alla malattia di Alzheimer. Mentre le cause sono diverse, ma il risultato è spesso lo stesso. Tranne che nel caso della Corea di Huntington, i giovani adulti - 30, 40 anni - sono spesso colpiti. Con questo è dove la malattia è particolarmente orribile, una significativa trasmissione familiare, che rende questa malattia incurabile una lotteria insopportabile. Perché abbiamo scoperto dove si trovava l'anomalia sui cromosomi. Che, non riuscendo a proporre un trattamento, rende possibile lo screening. Immagina la scelta terribile in una famiglia in cui esiste un caso di questa malattia. O ignora quello che domani sarà, o sappi che si sarà inesorabilmente raggiunti ... o rassicurati.

La soluzione in questo dibattito, più personale che etico, è quella di dare chiaramente gli elementi di scelta. Possiamo contare sull'intelligenza dell'uomo per prendere la decisione giusta, purché, ripetiamola per beneficiare di un'informazione completa.

Video: Chelati di rame, una cura chimica contro lAlzheimer (Dicembre 2019).