Lyme: Quali sono le altre malattie trasmesse dalle zecche?

Conosciuto per trasmettere la malattia di Lyme, le zecche possono anche causare altre infezioni. Quali sono le altre malattie trasmesse da zecche in Francia? Facciamo il punto.

Con l'arrivo delle belle giornate, sono di nuovo lì: le zecche, per le quali la primavera corrisponde al periodo di massima attività. Questi acari, che si trovano in massa in aree boscose e umide, alte praterie, giardini, foreste o parchi urbani, ma anche sui nostri animali domestici, sono ora noti per trasmettere la malattia di Lyme.

Se tutte le zecche non portano infezione, un singolo morso di un singolo parassita può essere sufficiente per contrarre la malattia di Lyme, nota anche come "borreliosi di Lyme", se porta l'infezione. batterio Borrelia burgdorferi.

Che cos'è la malattia di Lyme?

Diffusa in tutto il mondo, la malattia di Lyme è stata a lungo mal diagnosticata. Ora sappiamo che questa è una malattia infettiva vettoriale, trasmessa dal morso di una zecca. L'infezione può comparire entro 30 giorni dalla puntura, prima come una piastra rossa e rotonda che si estende in un cerchio (eritema migrante) dall'area della puntura. La lesione della pelle può essere accompagnata da dolori muscolari e articolari o febbre. Con il trattamento precoce, scompare in poche settimane o pochi mesi. "I sintomi sono molteplici: dolori articolari, tremori e disturbi neurologici - perdita di memoria, stato depressivo", ha spiegato a maggio alla Francia 3 Nuova Aquitania Eric Oden, un creusois che lotta per il riconoscimento della malattia di Lyme.

In assenza di trattamento dell'infezione, l'evoluzione verso la fase secondaria non è sistematica, ma aggrava la prognosi: può diventare cronica e diffusa dalla pelle all'intero organismo. Darà quindi gravi complicazioni che possono colpire diversi organi (articolazioni, cervello, cuore ...). "Da mesi a anni dopo l'infezione possono comparire manifestazioni terziarie, articolari, cutanee, neurologiche, muscolari o cardiache", ha affermato il Ministero della Salute.

Quali sono le altre infezioni trasmesse dalle zecche?

Se è il più noto di tutti, la malattia di Lyme non è l'unica infezione che può trasmettere il segno di spunta agli umani. Altre sei patologie vascolari sono state identificate nel territorio, in particolare in Franca Contea dall'Agenzia regionale per la salute (ARS): encefalite trasmessa da zecche, anaplasmosi granulocitica umana, tularemia, febbre Q e due rickettsiosi, TIBOLA (linfoadenopatia tick-terminale) e LAR (rickettsiosi associata a linfangite).

Encefalite trasmessa da zecche

Principalmente presente nella parte orientale del paese, e in particolare in Alsazia, l'encefalite trasmessa da zecche è una malattia virale trasmessa all'uomo dalla puntura di zecca o eccezionalmente dal consumo di latte crudo o formaggio di latte. capra o pecora cruda. Colpisce il sistema nervoso centrale e, se non trattato, può causare gravi danni al cervello. I primi sintomi assomigliano a quelli dell'influenza (febbre, mal di testa, a volte nausea e vomito). Nel 30% dei casi, sono seguiti da febbre alta e segni di danno al sistema nervoso centrale. Nella sua seconda fase, l'encefalite può portare alla paralisi e, in meno dell'1% dei casi, alla morte.

Anaplasmosi granulocitica umana

Come l'encefalite, l'anaplasmosis granulocitica umana è un'infezione virale trasmessa dal morso di una zecca. Il periodo di incubazione dura tra 7 e 21 giorni e i sintomi sono simili a quelli dell'influenza: brividi, febbre, mal di testa, mialgia ... L'anafilmosi può anche essere accompagnata da forme di congiuntivite, faringite o tosse.

È sospettato in chiunque sia a rischio di malattia simil-influenzale tra la primavera e l'autunno. Il suo trattamento si basa sulla somministrazione di un antibiotico.

Tularemia

Causato dai batteri Francisella tularensis trasmessa all'uomo dalla puntura di zecca, la tularemia è una malattia rara: ci sono circa 40 casi ogni anno in Francia. L'infezione può anche essere trasmessa da roditori (conigli, ratti ...), ma anche da zanzare o mosche. Dopo un periodo di incubazione da 3 a 5 giorni, compaiono i primi sintomi: febbre, mal di testa, dolori muscolari e affaticamento sono i principali. Non esiste un vaccino contro questa malattia, che viene trattata somministrando un antibiotico.

Febbre Q.

Causato da un batterio chiamato Coxiella burnetti, La febbre Q viene trasmessa dalle zecche, anche se la sua principale modalità di trasmissione è l'aria, l'inalazione di particelle sospese nell'aria e il contatto della pelle o della mucosa con i liquidi (urina). , feci, latte ...) animali infetti. La febbre Q si manifesta più spesso con influenza, eruzione cutanea al petto, ascelle e cosce. Nel 2% dei casi, la malattia può progredire in una forma cronica. L'infezione è trattata con antibiotico.

I rickettsioses LAR e TIBOLA

Come la malattia di Lyme, le rickettsiosi LAR e TIBOLA sono due infezioni vettoriali trasmesse da zecche. Nel caso di TIBOLA, il segno di spunta provoca un'escara di inoculazione che è circondata da un alone rosso 'più spesso nel cuoio capelluto. I sintomi sono grande affaticamento e forti mal di testa. Sanguinante, il LAR presenta un'eruzione febbrile con un'escara di inoculazione. Si notano anche una febbre superiore a 38,5 ° C e un'eruzione maculopapolare generalizzata. Il trattamento di queste due malattie viene effettuato prendendo un antibiotico.

Video: MTB la zecca del bosco come rimuoverla morbo Lyme Borreliosi e TBE - MTBT (Febbraio 2020).