Intossicazione alimentare: i tuoi asciugamani da cucina sono nidi di batteri (Staphylococcus, E. Coli)

Gli asciugamani da cucina possono farci ammalare. Questa è in ogni caso la conclusione raggiunta dai ricercatori dopo aver analizzato un centinaio di strofinacci: quasi la metà trasportava batteri potenzialmente responsabili dell'avvelenamento da cibo.

Ecco l'articolo da leggere se si tende a conservare gli stessi strofinacci da cucina per settimane prima di metterli in lavatrice. Secondo i ricercatori dell'Università di Mauritius, sono davvero nidi reali di batteri, potenzialmente responsabili di gravi intossicazioni alimentari.

Gli scienziati hanno presentato il loro lavoro sull'igiene nelle cucine durante l'incontro annuale dell'American Society for Microbiology e sono stati oggetto di un articolo della BBC. Tra gli oggetti più frequentemente responsabili di infezioni e intossicazioni alimentari, secondo loro, ci sono strofinacci, che usiamo non solo per pulire piatti e utensili da cucina, ma a volte anche per asciugarci le mani e pulire le superfici.

Una lattina su due contaminata

Il team di scienziati mauriziani ha raccolto 100 strofinacci che sono stati utilizzati per un mese. Dopo l'analisi, hanno scoperto che 49 di loro erano portatori di batteri: il 36,7% degli asciugamani erano sviluppati batteri coliformi, tra cui il famoso batterio E.coli, il 36,7% di enterococchi e 14,3 % di stafilococchi dorati.

Tutti questi batteri possono causare intossicazioni alimentari e in alcuni casi possono persino portare a infezioni più gravi che possono portare alla morte.

Pratiche non sanitarie

Soprattutto, i ricercatori hanno scoperto che gli strofinacci parlavano molto delle case da cui provenivano e delle abitudini dei suoi membri. Pertanto, più una famiglia e bambini sono grandi, più è probabile che l'asciugamano abbia una crescita batterica significativa.

È stato scoperto che i batteri coliformi e gli stafilococchi hanno una "prevalenza significativamente più elevata" sui tessuti delle famiglie in cui si mangia la carne, mentre la presenza di E. batteri indica una possibile contaminazione fecale e cattive pratiche igieniche. igiene.

"I dati indicano che le pratiche antigieniche nella manipolazione di alimenti non vegetariani potrebbero essere comuni in cucina", ha dichiarato la dott.ssa Susheela Biranjia-Hurdoyal.

"Gli asciugamani bagnati e l'uso versatile di asciugamani di carta dovrebbero essere scoraggiati e le famiglie più grandi con bambini e anziani dovrebbero essere particolarmente attente all'igiene in cucina", ha continuato.

Come prevenire la proliferazione di batteri?

Come proteggersi dall'intossicazione alimentare? La BBC ha elencato una dozzina di misure igieniche da applicare in una cucina per prevenire la crescita batterica di tessuti e superfici.

I media britannici consigliano:

- Sostituisci gli strofinacci regolarmente, anche ogni giorno o durante la cottura

- Utilizzare panni monouso o salviette di carta per prevenire la diffusione di germi

- Lavare i panni a 60 ° C dopo ogni utilizzo

- Lavare regolarmente i detersivi per piatti in lavastoviglie o pulirli con detergente e acqua calda dopo ogni utilizzo

- Assicurarsi che le superfici di preparazione degli alimenti siano pulite prima dell'uso

- Usa taglieri separati per cibi crudi - come carne cruda - e cibi che non hanno bisogno di essere cotti

- Lavare e asciugare le mani dopo aver maneggiato cibi come carne cruda

- Pulire il piano di lavoro immediatamente dopo l'uso.

Video: intossicazione alimentare (Dicembre 2019).